L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 
Arthur Elgort

ARTHUR ELGORT. THE BIG PICTURE

La Galleria Carla Sozzani ospita “The Big Picture”, una mostra dedicata ad Arthur Elgort, uno dei maestri indiscussi della fotografia di moda

Non è solo un nome che ha fatto la storia della fotografia di moda, ma anche quello che l’ha cambiata. Ad Arthur Elgort la Galleria Carla Sozzani (a Milano dal 5 febbraio al 6 aprile) dedica una mostra antologica intitolata “Arthur Elgort: The Big Picture” che raccoglie cinque decadi del lavoro del grande fotografo newyorkese, inclusi alcuni originali degli ‘snapshots’ che lo resero celebre.


Elgort è il poeta del “dietro le quinte”: le sue modelle non sono vittoriose e ingombranti presenze, ma leggere, quotidiane, bellissime. Colte nelle loro imperfezioni, in momenti di pausa, poco truccate, in scarpe da ginnastica, con lo sguardo distante.

Alcune delle mie migliori immagini le ho riprese quando non stavo lavorando – raccontò Elgort qualche anno fa –le modelle che si stavano preparando, la gente nelle strade. Fugaci momenti fra le riprese. Quello è il momento quando si può catturare la gente come davvero è e vedere cosa si cela nelle persone. In quei momenti veri non si può imbrogliare”.


Elgort è un “neorealista dall’alto” la cui poetica è contaminata da ricordi felliniani e pulsioni voyeuristiche. Muovendosi alla ricerca del vero, il fotografo americano cattura attimi e immagini che esaltano la figura femminile decostruendone la forma perfetta e ricercando l’essenza nascosta.


Era il 1971 quando Elgort produsse il suo primo servizio per British Vogue e fu subito svolta: modelle in libertà, luci naturali, poco trucco, una tecnica che ricordava più il reportage che la foto patinata. Le sue fotografie cambiarono l’industria della moda.


L'esposizione propone al pubblico numerosi originali “snapshots” dell'autore, tra cui circa 80 hanno per protagoniste le giovani donne destinate a formare la prima generazione di supermodelle ritratte da Elgort prima che diventassero icone mondiali della fotografia di moda: da Naomi Campbell a Kate Moss, da Christy Turlington a Patti Hansen, da Iman a Linda Evangelista e Karlie Kloss.


Nel corso della sua lunga carriera ha realizzato le più importanti campagne pubblicitarie per le case di moda Chanel, Valentino, Yves Saint Laurent. Ha collaborato e continua a collaborare per le più importanti testate di moda del mondo. Il suo lavoro è parte delle collezioni permanenti dell’International Center of Photography di New York, del Victoria and Albert Museum di Londra e del Museum of Fine Arts di Houston, Texas.


Con le sue innovative fotografie, con uno stile influenzato dal reportage e allergico alle convenzioni, teso a catturare l’attimo spontaneo e la magia del quotidiano, Elgort ha lanciato una sfida all'industria della moda, aprendo nuove prospettive su come potesse essere intesa la fotografia di moda.


Il suo stile è inconfondibile perché le sue foto catturano un attimo, un gesto, un movimento, e finiscono per catturare lo sguardo.

Credits: © Courtesy Galleria Carla Sozzani, Milano @ www.galleriacarlasozzani.org
(di Rosalba Radica - del 2015-02-27) articolo visto 1902 volte

sponsor