L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 
Costume Nazional

COSTUME NATIONAL BACK TO BLACK

#MFW: Costume National minimal black

Segna mezzanotte il timer di Costume National, un'ora che rappresenta il momento in cui un giorno finisce e un altro inizia, in cui notte e giorno si incontrano. Così è la collezione autunno-inverno 2015/16 di “Costume National” unisce due estremi, maschile e femminile, con un'essenza minimal chic cara al marchio disegnato da Ennio Capasa. Una collezione che riparte dalle origini, che resetta tempo e spazio partendo da zero e rinasce senza tempo, estemporanea e sofisticata. Ed è il nero, il vero protagonista per una donna total black dall'aria austera e d'inappuntabile eleganza.

“Reset per me è un bel momento. Quando la giornata si è conclusa ed è l'inizio di un altro giorno. È quando il buio s’incontra con la luce, la serata con il giorno. Così il reset è un desiderio per me in questo momento per guardare il mio lavoro passato in un modo nuovo”.

Un ritorno alle origini per essere più vicino al suo DNA. Ennio Capasa pone quindi l'accento su uno spirito sartoriale e una femminilità controllata con materiali ricercati che punteggiano il proprio guardaroba di numerosi dettagli.

La donna di Costume National trova il perfetto equilibrio tra il rigore di cappotti e giacche presi in prestito dal guardaroba maschile e una femminilità romantica, ma dallo spirito rock.

Indossa la giacca dello smoking con la minigonna, accosta la giacca biker all’abito corto dalla silhouette ad A, sfoggia il gessato con la stessa disinvoltura con cui porta ruche e applicazioni di piume. E rivisita la cravatta con bagliori di luce.

Sempre all’insegna di sfumature ogni volta diverse dell’intramontabile nero. Ennio concepisce la rinascita del suo brand ripartendo dal colore-emblema della maison, il total black, che nella sua eccezione più lucida e splendente, compare solida e corposa su abiti dal taglio sartoriale e le linee rigorosamente maschili. E il nero impone una forte energia carismatica alla donna di Costume National, una donna libera e con focus sulla propria individualità.

“Ho pensato a una donna indipendente, forte e che non si lasci influenzare dal grande marasma delle tendenze, per poter affermare un carattere deciso e determinato. Mi sono ispirato ad alcune famose donne del passato, come Patti Smith, una personalità che è riuscita a cambiare un’intera generazione, grazie al suo animo ribelle e fuori dall’ordinario. Le ragazze di oggi sono più libere, hanno coraggio e osano di più, non si lasciano influenzare facilmente e sanno uscire fuori dai cardini delle più ovvie direzioni e mode effimere. Ecco la donna che piace a me”, dice Capasa.

E così ha interpretato la nuova collezione come qualcosa di totalmente timeless, atemporale, che affondi le radici nella tradizione di “Costume” ma con uno sguardo al futuro, mixando elementi della sartorialità alta, con materiali e tessuti più moderni.

Per le gonne non ci sono mezze misure: mini o lunghe con spacco profondo. Stessi spacchi anche per gli abiti, fluidi e morbidi sulle forme, anche quello nella versione piumata.

Ricorda la notte anche la palette cromatica, che comprende solo blu, grigio scuro e nero. I cappotti sono asimmetrici e destrutturati, mentre le giacche, abbinate al gilet, ricordano i modelli sartoriali da uomo e hanno un ricamo di catene sui revers di raso.

Tra i materiali utilizzati per la collezione ci sono doppio seta lana e duchesse di seta, lana vergine con disegno contrastante a quadri, velluto di cotone super lucido e duchesse.

Ai piedi ankle boots a punta con chiusura a doppio giro mentre i sandali con fascia alla caviglia hanno la chiusura con fibbia. Due i modelli di borse viste la Berlin e la Camden proposte nella versione messanger, secchiello e pochette.

Nel parterre della sfilata l’opera dell’artista Alberto Tadiello. Un appunto visivo, tre civette, rapaci notturni di grande energia e magnetismo. Indomabili, fisse e autonome.

Ennio Capasa propone una collezione che riparte da zero, dalle origini della sua esperienza creativa, tessile e percettiva, per un Reset generale che risulta indispensabile per far scaturire una nuova energia esplosiva e feconda, riconoscibile nella nuova collezione di Costume National.

Credits: © Courtesy of Costume National Press Office
(di Rosalba Radica - del 2015-03-27) articolo visto 1591 volte
sponsor