L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 
Guida psicologi

DISTURBI DI PERSONALITÀ E SINTOMI DI DEPRESSIONE POST-PARTUM

Il 15% delle madri soffre di una fase di depressione dopo il parto, condizione che, se non controllata, può ricadere in una crisi depressiva più profonda

La depressione, o meglio il disturbo depressivo maggiore, è una patologia che rientra tra i disturbi di personalità, in quanto coinvolge e distorce la vita affettiva e cognitiva della persona, portando a una perdita di interesse per attività che normalmente sono piacevoli e cali di umore.

Uno dei casi in cui più frequentemente si riscontra questo tipo di disturbo di personalità è la fase post-partum della donna. Gli specialisti hanno infatti accertato che circa il 15% delle donne soffre di depressione post-partum in qualche momento dopo aver dato alla luce il suo bambino. A parte poche eccezioni, la depressione post-partum è un processo normale che si risolve senza misure particolari in un paio di settimane. Tuttavia, non fa male mantenere l’allerta per evitare di cadere nella condizione patologica di disturbo depressivo, in quanto ciò può arrivare a influenzare negativamente lo sviluppo del bambino.

Bisogna pensare che questo stato di profonda tristezza e di insicurezza vissuta dalla madre influisce direttamente sul rapporto che si instaura tra lei ed il bambino, e soprattutto in un momento chiave per il piccolo che, non dimentichiamo, ha appena abbandonato la sicurezza del grembo materno ed affronta il mondo esterno a lui del tutto sconosciuto.

I principali includono pianto e tristezza incontrollata, svogliatezza e mancanza di interesse, irritabilità e difficoltà a svolgere le attività quotidiane, incluso dormire e mangiare.

Una mamma con un disturbo di personalità come la depressione post-partum può trasmettere al bambino sentimenti di frustrazione e insicurezza che, se prolungate nel tempo, daranno luogo ad un ritardo nel processo di apprendimento del bambino, sia a livello emozionale che fisico, in aspetti importanti come la lingua e il comportamento. Quindi, qualora la madre ne soffra è opportuno che, non appena veda che questa situazione si prolunga e le stia sfuggendo dalle mani, si rivolga ad uno psicologo specializzato nel trattamento di disturbi di personalità.

Solitamente le pazienti che cadono in una situazione di depressione patologica vengono trattate con farmaci anti-depressivi e in modo complementare con la psicoterapia, in quanto il decorso della malattia è totalmente incerto, potendo trattarsi di poche settimane o di una condizione cronica. Per questo è fondamentale esserne consapevoli, informarsi durante la gravidanza ed essere pronti ad affrontare la fase post-partum, se necessario, con l’appoggio di uno psicologo.
(di Redazione - del 2015-06-03) articolo visto 2008 volte

sponsor