L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 
boom università online

BOOM DI ISCRIZIONI ALLE UNIVERSITÀ TELEMATICHE

Tutti i motivi dietro questo fenomeno

Non c'è più alcun dubbio sul fatto che i grandi successi raggiunti nel campo tecnologico ci hanno permesso di migliorare la nostra vita. Infatti, recenti indagini dimostrano come nel 2015 la vita di un giovane di 20 anni sia indubbiamente molto più confortevole rispetto a quella vissuta 10/20 anni fa da un suo coetaneo. Questo certamente anche grazie alla macchina, di cui ogni giovane oggi può disporre, alla tv, agli smartphone ed ad ogni altro bene tecnologico. Ma la più importante evoluzione che ha contribuito, indubbiamente, a migliore il tenore di vita di ogni individuo è il pc.

Oggi, infatti, grazie ad un computer dotato di connessione internet è possibile restare in contatto con gente che vive dall'altra parte del mondo, essere sempre informati su quanto avviene intorno a noi e, soprattutto, migliorare la propria conoscenza. Ciò, soprattutto in una società frenetica come la nostra, caratterizzata da continue crisi economiche ed un costante aumento del tasso di disoccupazione che impedisce a molti giovani di frequentare le università.

È in questo contesto, allora, che spopolano le università telematiche. Il boom di iscritti registrati in questi ultimi anni è sorprendente: si parla di una crescita media annua del 16%. Secondo i dati ricavati da una indagine, si è passati da un numero di iscritti che nel 2003 raggiungeva appena i 1500, ad un record di oltre 40 mila iscritti nell'anno accademico 2013. Tra gli iscritti, inoltre, le indagini rivelano che la maggior parte delle matricole ha un'età compresa tra i 25 ed i 45 anni.

Il boom delle iscrizioni alle università telematiche potrebbe essere giustificato dalla crisi economica che, purtroppo, impedisce a molti giovani residenti in Paesi di montagna, o comunque lontani dalle grandi città culturali, di affrontare tutte le spese che comporta la vita di uno studente fuori sede. La stessa crisi, purtroppo, spinge anche molti giovani ad abbandonare gli studi in cerca di un qualsiasi lavoro che li possa aiutare ad arrivare a fine mese. Se si pensa, inoltre, agli eccessivi costi dei testi di studio, alle spese necessarie per i trasferimenti ed alla poca flessibilità degli orari delle lezioni universitarie, si comprende perché il numero degli iscritti alle università tradizionali sia diminuito di oltre il 17%.

Al contrario, cresce il numero delle matricole iscritti ad una università telematica, come ad esempio l'Università Niccolò Cusano, appunto poiché gli Atenei telematici presentano indubbi vantaggi. Innanzitutto la flessibilità degli orari delle lezioni universitarie. Ogni lezione, infatti, viene caricata sul portale dell'ateneo ed tutti gli studenti potranno visionarlo a qualsiasi orario. Questo spiega perché la maggior parte degli iscritti è rappresentata da studenti lavoratori che vogliono migliorare la propria preparazione.

Altro indubbio vantaggio è rappresentato dall'assenza di costi dei libri di testo. Ogni materiale didattico é caricato sul portale e consultabile dagli studenti a costo zero. Niente più libri cartacei, niente file di attesa alle librerie o nelle copisterie, poiché il futuro dello studio è l'ebook. Infine, la possibilità di studiare a distanza, comodamente da casa, rende la cultura praticamente più accessibile a tutti.
(di Redazione - del 2015-11-18) articolo visto 1437 volte

sponsor