L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 

LA RETE CHIAMATA IPHONE

la nascita di un nuovo mercato legato al celebre marchio di casa MAC che sta muovendo interessi ed economia

Piazzato con enorme succcesso nel mercato, l’Iphone ha posto le nuove basi storiche di una vera e propria rivoluzione mediatica.
LA RINASCITA DI CASA APPLE - L’arrivo di Iphone, primo telefonino nato in casa Apple, ha consentito una riflessione sul complesso mondo delle tecnologie di ultima generazione e sui possibili scenari futuri delle unità di comunicazione mobile.
Sull’onda del successo mondiale dell’Ipod (il lettore mp3 più diffuso), la società di Cupertino, nell’ormai lontano gennaio 2007 presentò Iphone e nel giugno dello stesso anno fu lanciato per il solo mercato americano la sua versione 2G. Gli appassionati di tecnologia italiano hanno dovuto aspettare oltre un anno per avere a disposizione l’Iphone.
Questi tempi di attesa furono dovuti alla volontà di Apple di individuare nei vari Paesi europei i partner commerciali più idonei alla diffusione del suo telefono, che dal luglio 2008 viene distribuito nella versione 3G.
NUMERI DA CAPOGIRO… - In linea con il successo di Ipod, in sole sette settimane le vendite di Iphone 3G hanno oltrepassato la soglia dei 6 milioni di esemplari venduti, superando di di gran lunga il suo predecessore 2G.
Secondo alcune fonti di mercato, le vendite settimanali si aggirerebbero attorno alle 1.050.000 unità, circa 150.000 al giorno e stando ai piani di produzione dell’azienda, dall’agosto 2008 all’agosto 2009 verranno costruiti da un minimo di 40 milioni a un massimo di 45 milioni di Iphone.
…CHE METTONO IN CRISI LA CONCORRENZA - L’introduzione dell’Iphone ha avuto un effetto devastante per i competitors nel segmento degli smartphone, catalizzando su di se un’attenzione ed un interesse globale mai visto nel mondo della telefonia.
Questo aspetto di immagine e visibilità non ha solo adombrato le altre società, ma alla lunga le conseguenze che prenderanno corpo saranno anche da un punto di vista meramente finanziario.
Secondo molti analisti, chi soffrirà di più di questa situazione sarà la casa produttrice del noto BlackBerry, ovvero la RIM, che dopo aver vissuto in questi anni come leader incontrastata del mercato dei palmari, adesso potrebbe dover rivedere le sue strategie.
Tra l’altro uno dei punti di forza dei prodotti di casa RIM, è quella di rappresentare una delle migliori soluzioni per il mondo business, ma con il forcing di Apple su applicativi di quest’area, quali il push di email, rende appetibile l’Iphone anche per questo tipo di clientela high-end, aggiungendovi l’ineguagliabile supremazia sotto l’aspetto della multimedialità.
NON RESTERANNO A GUARDARE - Ormai da qualche anno a questa parte, il mercato della telefonia mobile si è aperto sotto molti punti di vista e sicuramente molte società di ICT non resteranno a guardare il dominio di Apple, magari collaborando proprio con quelle società in crisi, come quella del noto BlackBerry.

(di Andrea Ambrosini - del 2009-06-02) articolo visto 4260 volte
SFOGLIA ARCHIVIO NOTIZIE
sponsor



Fotogallery