L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 

JURASSIC CAVE 2009: BILANCIO POSITIVO

conclusa la spedizione dell’AKAKOR GEOGRAPHICAL EXPLORING: la prima di una lunga serie di ricerche

Si è conclusa con grande successo la spedizione multidisciplinare internazionale di carattere speleo-archeo-paleoantologica del progetto AKAKOR denominata “Jurassic Cave 2009” svoltasi in Bolivia nell’area del Torotoro National Park. Il Torotoro National Park si estende su di un’area di 165.000 km2 ed è situato nella zona orientale della regione boliviana nel dipartimento di Potosì; occupa il tratto della cordigliera che separa quest’ultimo dal dipartimento di Cochabamba.
La spedizione è stata realizzata in partnership con: il Servizio Nazionale delle Aree Protette boliviane (SERNAP); il Municipio di Torotoro; l’Ambasciata Italiana in Bolivia; il Ministero della Cultura boliviana; la Società Speleologica Boliviana (SOBESP); la Società Speleologica Brasiliana (SBE) e la Società Speleologica Italiana (SSI).
Le indagini hanno visto coinvolti dieci speleologi italiani tra cui l’unico abruzzese Daniele BERARDI, membro del Comitato Scientifico del CAI di Pescara, Esperto Naturalistico del Club Alpino Italiano, Guida Speleologica e Presidente dell’Associazione Geonaturalistica GAIA.
Gli obiettivi raggiunti dal team di ricercatori sono stati la scoperta, l’esplorazione e la catalogazione di 20 nuove grotte. Le future ricerche idrogeologiche all’interno di abissi, risorgenze, inghiottitoi e canyon potrebbero portare alla scoperta di importanti bacini idrici risolvendo il grande problema della siccità in zona ed essere utilizzati come risorsa per l’area del National Park di Torotoro.
Gli speleologi italiani si stanno occupando anche dello studio d’impatto ambientale derivante dalle visite turistiche presso la grotta di Humalajanta, unica resa accessibile al pubblico.
Oltre gli aspetti idrogeologici, l’area d’indagine ricca di culture precolombiane sarà nelle prossime spedizioni oggetto di studi paleontologici ed archeologici.
I ricercatori hanno ricevuto la visita dell’Ambasciatore d’Italia in Bolivia Silvio MIGNANO, il quale si è mostrato interessato alle attività partecipando in prima persona all’esplorazione di una grotta accompagnato dal capo spedizione Soraya AYUB, dalle guide speleologiche italiane Franco GHERLIZZA e Daniele BERARDI.
Durante la spedizione si è svolto il 3°Congresso Boliviano di Speleologia, dove sono state discusse tematiche speleologiche locali ed internazionali. Tra i relatori italiani troviamo: Soraya AYUB che ha illustrato i primi risultati della campagna esplorativa nel territorio del Parco Nazionale di Torotoro; Franco GHERLIZZA che ha trattato la prevenzione degli incidenti in ambienti ipogei e Daniele BERARDI che ha esposto una relazione sul soccorso sanitario in ambiente impervio.
Grazie alla collaborazione della PHYSIO-CONTROL, azienda leader da oltre 50 anni nella produzione dei noti defibrillatori LIFEPAK, la spedizione Jurassic Cave 2009 ha avuto in dotazione il nuovo defibrillatore LIFEPAK 1000 con tecnologia cprMAX, strumento salvavita avanzato e resistente in grado di offrire tutta la potenza e la flessibilità di cui si potesse rendere necessario in zone remote ed ostili come quella del Parco Nazionale di Torotoro in Bolivia.
Hanno contribuito alla spedizione: l’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti; il Museo delle Scienze Biomediche di Chieti; la Testo; la Medtronic; la Physio-Control; Entel ed Aerosur. Arrivederci alla prossima spedizione!
(di Sabina Di Rado - del 2009-09-24) articolo visto 4526 volte
SFOGLIA ARCHIVIO NOTIZIE
sponsor



Fotogallery