L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 

LA RINASCITA DEL PARMA FIRMATA GHIRARDI

Dopo la promozione la volontà di recitare un ruolo di primo piano, sognando un posto in Champions...

Nella serie A di quest’anno c’è una squadra che si è svestita dell’abito di neopromossa e si è stabilmente collocata nella zona delle grandi. Stiamo parlando del Parma, autore di un exploit su cui in pochi avrebbero scommesso ad inizio campionato. Attualmente in piena zona Champions, i gialloblù sin dalle prime partite della stagione hanno preso consapevolezza che il ruolo da comprimaria, da squadra che punta alla salvezza, gli sarebbe stato stretto. Così risultato su risultato il Parma si è costruito una classifica che va ben oltre le più rosee aspettative.
A Parma così si ritorna a respirare aria da grandi fasti, dopo un anno trascorso in serie B, rivengono in mente gli anni 90 in cui i gialloblù regalarono grandi soddisfazioni ai loro tifosi, portando a casa 3 Coppe Italia, 1 Coppa delle Coppe, 1 Coppa Uefa, 1 Supercoppa Italiana e 1 Supercoppa Europea. Un grande Parma formato europeo che ha preceduto la tristi vicende di Tanzi e che il presidente Tommaso Ghirardi, alla guida della squadra dal 2007, proverà a ricostruire.
Intanto la rinascita sembra già ben avviata, e finora il numero uno gialloblù non può non essere che soddisfatto. Da quando è arrivato lui alla timone del Parma è stato avviato un progetto di crescita sano, basato sui giovani e sulla valorizzazione del vivaio. Il presidente per il suo progetto di risalita nel palcoscenico calcistico che conta si è affidato all’affermata competenza di Francesco Guidolin, che è alla guida dei ducali dalla scorsa stagione. Il tecnico di Castelfranco Veneto ha portato la squadra dritta alla promozione in serie A e sta continuando nella massima serie a macinare risultati positivi.
Il mix di giocatori d’esperienza come Lucarelli, Panucci, Castellini, Morrone, Amoruso e di giovani talentuosi pieni d’entusiasmo come Paloschi, Mirante, Budel, Biabany, Galloppa, Lanzafame, a cui si sono aggiungono i vari Zaccardo, Dzemaili, Bojinov è la base su cui Guidolin ha costruito e amalgamato una squadra compatta e che riesce a giocare un calcio veloce bello da vedere.
A Parma continuano a non voler distogliere l’attenzione dall’obiettivo stagionale, che era ed è ancora oggi la salvezza. Ma anche il presidente Ghirardi fa fatica a non guardare la classifica e ad ignorare il quarto posto, subito dietro le 3 grandi Inter, Juve e Milan.
Lo stesso presidente gialloblù ammette che l’anno in serie B ha fatto bene alla squadra e a tutto l’ambiente: “La serie B ci è servita per toglierci quella nobiltà che avevamo addosso dopo i fasti degli anni Novanta e ritrovare sani valori di provincia, quali la determinazione e l’umiltà che ci stanno portando a vivere una storia splendida. Con la consapevolezza, tuttavia, che il campionato è lungo e che i nostri obiettivi sono altri”.
Il Parma ha tutto per tornare a recitare un ruolo importante nel calcio italiano, magari ripercorrendo proprio quei trionfi targati anni 90 che hanno riempito la bacheca dei ducali.
(di Gaetano Scavuzzo - del 2009-12-28) articolo visto 1967 volte
SFOGLIA ARCHIVIO NOTIZIE
sponsor



Fotogallery