L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 

LA LEGION D’ONORE FRANCESE: DALL'ETA' IMPERIALE ALLA 4° REPUBBLICA

La costituzione dell'ordine, la sua organizzazione, le attribuzioni delle classi di merito.

PREMESSA - La Repubblica Francese, è titolata a conferire un importante riconoscimento, l’onorificenza della Legion d’Onore. E’ un Ordine Nazionale, con personalità giuridica ed è l’indiscusso precursore degli Ordini Cavallereschi di Merito moderni europei, capace di aver posto le basi dei sistemi premiali attualmente in vigore e che ha ispirato numerosi stati d’Europa.
COSTITUZIONE DELL’ORDINE - L’istituzione risale al 19 maggio 1802, che con espressa volontà dell’allora Primo Console Napoleone Bonaparte, decretò la sua creazione. L’intento indiscutibile, ovviamente quello di premiare tutti i militari che ebbero a servire la Francia con le proprie attività in battaglia, nonché militari che avessero svolto almeno un determinato periodo minimo di onorato servizio alla Patria.
Il 2 dicembre 1804, in occasione dell’incoronazione di Napoleone Bonaparte, l’Imperatore sfoggiò la prima collana dell’Ordine della Legion d’Onore. Da quella data ad oggi tale insegna ha subito ben tre modifiche nella forgia, sino a consegnare l’ultima versione (attuale) che viene indossata dal Gran Maestro (Gran Collare).
L’ADEGUAMENTO SOCIO/POLITICO - Anche le caratteristiche di attribuzione hanno subito corpose modifiche con emissione di Decreti che hanno sostituito i precedenti. Varianti sotto l’aspetto sostanziale sono state applicate per permettere un adeguamento con la vita sociale/politica/culturale. L’alto riconoscimento inizialmente veniva conferito solo alla classe militare, ma con il mutare della realtà socio politica appunto, l’attribuzione dell’onorificenza ha visto l’estensione anche alla classe civile del popolo Francese. Negli ultimi decenni, il titolo d’oltre alpe, è stato assegnato anche a soggetti stranieri con particolari ed essenziali caratteristiche morali/professionali (non pochi sono i cittadini Italiani rivestiti dall’onorificenza).
I MEMBRI DELL’ORDINE - Secondo il disposto normativo, la “Legion d’Onore” è rappresentata dal Gran Maestro che nello specifico è il Presidente della Repubblica Francese rappresentante anche dell’Ordine Nazionale del Merito acquisendone automaticamente per diritto e fatto il titolo ulteriore di Gran Croce dell’Ordine stesso. Il Gran Maestro, ha il compito di nominare il Gran Cancelliere (scelto tra i Gran Croce dell’Ordine) che può restare in carica per un periodo massimo di anni 6 (riconfermabile altri 6) ed ha la funzione di gestire le proposte di nomine e promozioni, ma anche di valutare espulsioni per gravissimi motivi. Oltre alla nomina ad personam del Gran Cancelliere, il Gran Maestro – Presidente della Repubblica – sceglie 15 membri che diverranno componenti del Gran consiglio, quindi consiglieri. Questi ultimi restano in carica per anni due, ma anche in questo caso la carica è rinnovabile.
CLASSI DI MERITO ED ATTRIBUZIONE - La Legion d’Onore, prevede cinque classi di merito: Cavaliere – Ufficiale – Commendatore – Gran Ufficiale – Gran Croce. Per ogni tipologia è stato previsto un numero massimo di insigniti, regola attualmente rivisitata da un decreto del novembre 2008. In particolare sono previsti 75 Gran Croce - 250 Gran Ufficiali – 1.250 Commendatori – 10.000 Ufficiali e 113.425 Cavalieri. Di norma i primi ministri sono automaticamente annessi nell’Ordine. Gli stessi ministri sono titolati ad inviare proposte di nomina al cancelliere 3 volte all’anno(gennaio- aprile – ottobre).
Le istanze possono altre sì essere concepite anche dai semplici cittadini che possono proporre (con raccolta di firme , almeno 99) privati per i quali, a loro avviso siano meritevoli di questo alto riconoscimento. Le attribuzioni possono essere conferite per meriti speciali nella vita militare. In linea ordinaria, il conferimento di Cavaliere può essere sostituito da una classe superiore solo per casi eccezionali. Il grado successivo si acquisisce trascorso il quinto anno dalla nomina, fermo restando che l’interessato mantenga la dignità morale essenzialmente prescritta.
LE INSEGNE DELL’ORDINE - Dopo aver subito nel corso dei vari periodi (dall’ età Imperiale alla 4^ Repubblica), hanno acquisito le caratteristiche definitive attuali, subentrate con l’applicazione delle prescrizioni dell’anno 1962 nel pieno rispetto dei valori repubblicani. In particolare l’insegna onorifica per i Cavalieri, Ufficiali e Commendatori, si presenta a forma di stella a cinque bracci sormontata da una ghirlanda di alloro e quercia. Nel recto impressionata l’immagine femminile della Marianne e nel cerchio la scritta “Rèpubblique Francaise”. Nel verso si ammira la bandiera francese e lo stendardo incrociato circondato dal motto “Honneur et Patrie”.
La placca (per la classe dei Gran Croce e Gran Ufficiali), è lavorata su oro per il primo rango ed in argento per il secondo. Si presenta da in un insieme di raggi che irradiano dal centro fra i bracci. Al centro un disco riportante la Marianne, circondata ancora dalla scritta Rèpublique Francaise e non in ultimo il motto “Honneur et Patrie”. Il nastro identificativo dell’ordine e di colore rosso il quale viene utilizzato per la costituzione dei c.d. nastrini da indossare sulle divise ordinarie in formato standard 37mm x 10mm ovvero in versione miniatura per abiti civili.
(di Rino Berardi - del 2010-04-21) articolo visto 4721 volte
sponsor