L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 

ORDINE MILITARE DI MARIA TERESA

Excursus storico verso l’Impero Austro-Ungarico, in particolare sulla figura di Maria Teresa d’Asburgo

PREMESSA: Dirottiamo volutamente il nostro percorso storico/onorifico nel contesto dell’Impero Austro-Ungarico focalizzando anche se in poche righe, la figura di Maria Teresa d’Asburgo che nel 1736 sposò Francesco III° Duca di Lorena, che nel 1745, in occasione della guerra di successione austriaca venne rinominato in “Francesco I° Sacro Romano Imperatore”.
Dal solido matrimonio vennero alla luce ben 16 figli. Tra essi divennero imperatori: Giuseppe II° e Leopoldo II°, ma anche Maria Antonietta che divenne Regina di Francia, moglie di (Luigi XVI) e Maria Carolina invece Regina delle Due Sicilie. Maria Teresa d’Austria oltre ad essere Gran Duchessa, e consorte del Sacro Romano Imperatore in quanto moglie di Francesco I°, fu Imperatrice “regnante” d’Ungheria – Boemia – Croazia, ma anche Duchessa regnante del Ducato di Parma e Piacenza, e non in ultimo Granduchessa consorte di Toscana.
Quanto sopra, andò ad originare un’evoluzione importantissima nell’albero genealogico, che concretizzò inscindibili legami familiari rilevanti con dinastie regnanti e relativi ordini cavallereschi quali ad esempio anche i vari rami Borbone: Spagna – Parma e Napoli che avremo modo di trattare in un prossimo futuro, con la giusta rilevanza negli articoli successivi. Era un Ordine Cavalleresco di merito, istituito il 18 giugno 1757, in concomitanza con la vittoria della battaglia di Kolin (località attualmente annessa alla Repubblica Ceca) al fine di rendere merito e premiare i valorosi soldati (solo Ufficiali)che si erano battuti con le armi a difesa dell’Impero.
In origine l’Ordine Militare di Maria Teresa, disponeva di due classi: Cavaliere di gran Croce e Cavaliere. Nel 1765, l’imperatore Giuseppe II° integrò alle precedenti anche il titolo di Commendatore. L’onorificenza poteva essere conseguiva solo da chi realmente era in forza effettiva nel ruoli dell’Esercito, senza distinzione di età e rango sociale. La nomina a Cavaliere di Gran Croce conferiva all’insignito il diritto di essere ammesso preso la corte dell’Imperatore. Particolarità rilevante fu anche che gli insigniti ottenevano una sorta di pensione vitalizia di cui potevano sfruttarne il diritto anche le mogli divenute vedove.
Con il termine della 1^ grande guerra 1914 – 1918, e conseguente caduta dell’Impero Asburgico, l’Ordine non conferì più nomine fino alla totale cessazione dello Jus che avvenne nel 1931. La medaglia dell’Ordine era di patente bianca, al centro l’araldico austriaco e contornato dal motto “fortitudini”. L’insegna superiore, cioè la placca era una croce d’argento della stessa forma della medaglia ma sormontati da rami di quercia con identico stemma della medaglia. Il nastro dell’Ordine Militare Maria Teresa, era formato da tre pali di cui uno centrale bianco e due laterali di colore rosso.
(di Rino Berardi - del 2010-07-12) articolo visto 2447 volte
sponsor