L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 

THE TOURIST – VIAGGIO PARALLELO VERSO IL FILM

Dal 17 dicembre al cinema. Johnny Deep: “Venezia, città meravigliosa”

PARTE I° IL PROLOGO - Ore 19.23: salgo sul treno Freccia Rossa diretto a Bologna, ma ora non lo vedo più come all’andata. Su quei sedili rivedo le scene di The Tourist, rivedo l’incontro tra Elise (Jolie) e Frank (Depp), i loro scambi di sguardi, sento le loro parole...
Ma forse è meglio se cominciamo dal principio:
Alle sei di mattina mi alzo intorpidita e innervosita dal sonno, ma appena ricordo il perché della sveglia così mattutina, subito mi riempio di gioia ed eccitazione.
Alle sette e mezza sono già sul treno Freccia Rossa diretto a Roma e poco dopo essermi accomodata mi viene distribuita la rivista mensile del treno: appena guardo la copertina mi ritrovo davanti ai faccioni di Johnny Depp e Angelina Jolie nella pubblicità di The Tourist; la sfoglio un pò e leggo con piacere l’intervista al regista e penso “Beh, spero che sia di buon auspicio!”.
Dopo circa due ore di viaggio finalmente arrivo a Roma e la trovo tappezzata ovunque dai cartelloni pubblicitari del film.
Emozionata mi dirigo verso lo Space Cinema Moderno in piazza della Repubblica, dove si sarebbe tenuta in prima nazionale la proiezione della pellicola e in seguito il Red Carpet.
Per essere a Roma è molto freddo e intorno al cinema stanno terminando d’installare le strutture per il passaggio degli attori. Accanto alle transenne sono già accampati gruppi di fans attrezzati di pennarelli, fotografie rappresentanti i divi e coperte pesanti.
Dopo una decina di minuti di attesa finalmente si aprono le porte del cinema e noi giornalisti ci rifugiamo al caldo della sala.
PARTE II° THE TOURIST, LA TRAMA - Finalmente si spengono le luci e su quel maxi schermo appaiono le prime scene del film: la storia riguarda Frank Tupelo (Depp), un comunissimo insegnante di matematica americano appena uscito da una triste storia d’amore, che vorrebbe passare una rilassante vacanza a Venezia.
Ma i suoi progetti vengono presto stravolti da Elisie Marceau (la Jolie), che si scoprirà essere un’agente dell’Interpool, intenzionata a catturare il terrorista Alexander Pearce, nonché suo ex. L’incontro si rivela subito tutt’altro che casuale e presto Frank si ritroverà immischiato in intrighi e tradimenti che lo porteranno, con un grandioso finale a sorpresa, a conquistare l’amore della misteriosa Elise.
PARTE III° MY POINT OF VIEW … - Finita quell’ora e 45 minuti di azione, romanticismo e mistero esco dalla sala e “felice come una pasqua” noto con divertimento che intorno alle transenne in mezzo alle tante ragazze vi sono alcune che portano il velo da sposa e tra quel groviglio di persone spicca anche un sosia di Johnny Depp che si fa beatamente fotografare.
Con un sorriso divertito mi avvio verso l’Hotel Excelsior e penso ancora al film che (al contrario delle critiche negative americane) mi è piaciuto davvero molto. Camminando per le strade romane mi sento ancora avvolta dall’elegante colonna sonora creata dal compositore James Newton Howard. A mio parere la mancanza di scene particolarmente passionali non è stato un punto a svantaggio del film, al contrario lo ha reso ancora più elegante e raffinato, non facendolo girare intorno all’aspetto sensuale dei personaggi.
Il film inizialmente doveva essere diretto da Lasse Hallström che per motivi di tempo ha poi ceduto il posto a Donnersmarck (premio oscar per Le vite degli altri). Anche il personaggio di Frank originariamente non era destinato al pirata dalla bandana rossa: i primi della lista erano Tom Cruise e Sam Worthington (protagonista di Avatar) ma per vari motivi il ruolo è ricaduto su Depp. PARTE IV IL FILM SECONDO ... - Arrivata nel primo pomeriggio davanti all’Hotel trovo altri piccoli gruppi di fans che aspettano gli attori dalla mattina.
Si viene a sapere che la Jolie e il marito Bradd Pitt a causa del maltempo berlinese, arriveranno solo per il Red Carpet, mentre non si è ancora certi che Johnny Depp sia già dentro l’hotel. Comunque dopo poco arriva in macchina il regista Florian Henckel von Donnersmarck, ma scappa subito dentro l’albergo.
Tra le tante cose dette alla conferenza stampa è stato annunciato che sia Johnny Depp che Angelina Jolie sono stati candidati ai Golden Globe come migliori attori protagonisti (in tutto tre per il film considerando quella come miglior film genere commedia), inoltre Depp ha avuto la candidatura anche per il ruolo che ha interpretato in Alice in Wonderland, Tim Burton.
JOHNNY DEEP – Si presenta con un gilet bianco, cappellino in testa e capelli all'indietro. Dono incredibile quello di passare quasi 5 mesi a Venezia. Una città meravigliosa vissuta dalle dieci di sera alle due del mattino. Incantevole luogo da sogno: magia, poesia e fantasmi mi hanno molto aiutato come attore... Un muro di fotografi attorno vista la presenza di Angelina Jolie, molto amata dai paparazzi. Il mio personaggio? In tutti i personaggi che interpreto c'è sempre una parte di me. Frank, nello specifico, è invece un uomo molto diverso, perfetto e stirato. Ho voluto renderlo ipernormale. Mi ha fatto venire in mente un ragioniere che conoscevo e che girava il mondo con un solo hobby: quello delle foto. Fotografava tutto ciò che riproponeva il suo nome.
Per Johnny questo film non è che l’inizio di un’intensa stagione cinematografica che lo vedrà impegnato nella creazione di varie pellicole; infatti sono terminate da poco le riprese del quarto capitolo della saga dei Pirati: Pirates of the Caribbean on Stranger Tides. Questa volta ritroveremo Jack Sparrow, pardon CAPITAN Jack Sparrow, alla ricerca della Fontana dell’Eterna Giovinezza, ma a complicare la situazione vi sarà una misteriosa Penelope Cruz. Quest’ultima, infatti, interpreterà la figlia del pirata Barbanera e vecchia fiamma di Jack, ma si tratterà di vero amore o solo di una trappola per incastrare il pirata che ha ormai conquistato il mondo?
FLORIAN HENCKEL VON DONNERSMARCK - Quando ho sentito parlare di 'The tourist' ho pensato potesse essere un bel regalo di Natale riuscire a festeggiare la bellezza e la leggerezza del mondo. Non voglio essere solo un uomo e un regista cupo etichettato dopo l'uscita di “Le vite degli altri”.
Sulle nomination e il cast. Sono stato felicissimo di queste nomination soprattutto per gli attori che sono stati molto bravi con un grande seguito. Complimenti per Christian De Sica, per il suo equilibrio tra eleganza e umorismo, Frassica ha mantenuto il suo ruolo interpretato in tv di carabiniere, grande fascino di Raul Bova contagioso anche per una come Angiolina Jolie.
Venezia luogo da sogno e di sogno questo il ritratto che volevo offrire al pubblico.

Torno felice alla stazione.
Dal 17 dicembre il film sarà distribuito da 01 Distribution nelle sale cinematografiche italiane, una produzione GK Films.
(di Matilde Vignola - del 2010-12-17) articolo visto 2755 volte
sponsor