L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 

ORDINI AL MERITO CIVILE DELLA REPUBBLICA PORTOGHESE

Ordine al Merito Agricolo – Commerciale – Industriale

PREMESSA - Continua il nostro interessante argomento trattante gli ordini al merito civile, e dopo aver visto quello relativo alla Pubblica istruzione, oggi conosciamo invece i restanti attinenti al campo agricolo – commerciale e Industriale.
ORDINE AL MERITO AGRICOLO – COMMERCIALE – INDUSTRIALE Ha origine nel 1893 per espressa definizione di Re Carlo I e l’Ordine che stiamo trattando ha subito passivamente tre importanti riforme e ciò nonostante mantenendo invariate le loro caratteristiche. Parliamo degli anni comprensivi il 1926,1962,1986.
Nell’anno 1991 invece con Decreto Legge 80 è stato modificato parzialmente lo statuto istitutivo. L’insegna formata da una stella (che verosimilmente si avvicina nelle sue forme ad una placca) è formata da nove punte. Al centro vi è caricato un cerchio con la scritta che può variare in merito agricolo, merito commerciale ovvero merito industriale. In alto alla stella a nove punte, dipartono due bracci di rami di alloro che in alto vanno a raggiungere l’occhiello in cui è inserito il nastro relativo all’Onorificenza. Tre sono i pali costituenti il nastro che varia di colore in base alla classe di merito attribuita.
E’ meglio specificare, verde bianco verde per il merito agricolo, blu bianco blu per il merito commerciale, ed infine, rosso bianco rosso per il merito industriale. La placca a forma di stella presenta nove punte ovviamente smaltate di verde per il merito agricolo, blu per il commerciale e rosso per il merito industriale. Esistente la placca d’argento per la categoria commendatori mentre coniata in oro per il Gran Ufficiale. Nove, questo è il numero delle stelle incastonate al centro ed alle estremità tra le coppie delle punte. Si nota caricato in rilievo un disco circolare recante la scritta “AL MERITO AGRICOLO” oppure” AL MERITO COMMERCIALE” o ancora “AL MERITO DELL’INDUSTRIA”.
(di Rino Berardi - del 2011-04-13) articolo visto 1971 volte
sponsor