L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 

ORDINE MILITARE ET HOSPITALIERO SAN MAURIZIO E LAZZARO (2° PARTE)

La storia

Continua con la 2^ parte, la Nostra interessante descrizione alla scoperta dell’Ordine Militare et Hospitaliero San Maurizio e Lazzaro la quale giova segnalarlo, l’esatta definizione e nomenclatura, giunge abbastanza in ritardo rispetto alla data iniziale di Istituzione. Dall’anno 1000 in poi, numerosi sono stati i Sovrani che si avvicinarono e si resero disponibili all’ordine, permettendo anche di accumulare importanti rendite con nuove sedi in tutt’Europa, nuovi beni che andarono ad alimentare le necessità dell’Ordine stesso.
Nel periodo compreso tra il XIII ed il XIV secolo, numerosi furono i privilegi e riconoscimenti elargiti in favore dei Lazzariti, da parte della Santa Sede e con questo basta segnalare la Bolla Pontificia del 4 agosto 1227 che esentò dalle tasse l’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro ma anche quella del 7 febbraio 1255.
Per quanto attiene la storia dell’Ordine, nel regno delle Due Sicilie, grazie a Roberto d’Angiò, Federico II d’Aragona, Re di Napoli, ancora numerose furono le concessioni e privilegi conferiti. A titolo di esempio, la possibilità di istituire ospedali in quel di Foggia, Benevento, Campobasso ecc...
Ma attenzione, gli ospedali dell’Ordine erano già presenti anche all’estero ed è il caso di ricordare quelli presenti in Turchia che però che nel 1453, con la caduta di Costantinopoli andarono persi transitando nelle mani dei Turchi.
Ricade l’anno 1459 e con Bolla Papale del Pontefice Massimo Pio II, viene decretata la soppressione dell’Ordine di San Lazzaro, i beni tutti, vengono assorbiti ad un Ordine che fu appositamente istituito per la circostanza, stiamo parlando dell’ Ordine di Santa Maria di Betlemme. E così non in ultimo, dopo alcuni anni, l’Ordine di San Lazzaro fu accorpato a quello assai noto e tutt’ora ritenuto oggettivamente il più autorevole al Mondo, l’Ordine di San Giovanni che al momento era ubicato in Rodi.
Si evince da atti storici, che la decisione presa, non fu altro che la conseguenza diretta ed indispensabile per porre fine ad un palese stato di decadenza in cui l’Ordine dei santi Maurizio e Lazzaro sovente era entrato. Ma la Bolla Pontificia non venne recepita dai così detti Gran Priorati dell’ordine stesso, tanto che re Carlo VII di Francia, prese sotto la propria tutela l’intero ordine dei Lazzariti. Fra il 1500 ed il 1600, numerose sono le testimonianze di controversie sorte tra l’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro e quello di San Giovanni detto di Rodi detto di Malta.
(di Rino Berardi - del 2011-11-08) articolo visto 2080 volte
sponsor