L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 

RIPPER STREET, LA SERIE TV SU JACK LO SQUARTATORE

Nuova attesissima serie in arrivo in America. A cura di Carlo Andriani - Fonte: www.newscinema.it (Fb)

Abbiamo visto in occasione della sesta edizione del Roma Fiction Fest la nuova attesissima serie interpretata da Matthew Macfadyen: Ripper Street. Prodotta dalla BBC e ambientata nel 1889 nello storico quartiere malfamato di Londra Whitechapel, Ripper Street narra la storia dell’Ispettore Edmund Reid (Matthew Macfadyen), un brillante uomo dall’oscuro passato deciso (senza grande successo) a catturare il crudele e introvabile Jack lo Squartatore.
Supportato dal sergente Bennet Drake (Jerome Flynn) e dal chirurgo sciupafemmine Homer Jackson (Adam Rothenberg), Reid si mette sulle tracce di un assassino che replica i crimini dello Squartatore, da qualche anno scomparso dalla cronaca nera di Whitechapel.
Il misterioso killer è un “semplice” imitatore oppure il vero e proprio Jack lo Squartatore in persona? In una incredibile corsa contro il tempo Reid cercherà di mettere la parola fine ai crimini di Whitechapel risolvendo al contempo una misteriosa situazione del suo passato.
Diretto da Tom Shankland, scritto da Richard Warlow e interpretato da Matthew Macfadyen, Jerome Flynn, Adam Rothenberg, Ian Bannon, Jonathan Barnwell e MyAnna Buring, Ripper Street si presenta come una serie accattivante ma non pienamente riuscita. Al di la di una ambientazione perfettamente ricostruita e di una performance dei vari interpreti a dir poco impeccabile (come in tutte le serie BBC) Ripper Street manca di quel particolare (nonché fondamentale) appeal volto a lasciare nello spettatore il desiderio di vedere una seconda o terza puntata oltre il pilot.
Laddove la sceneggiatura appare funzionale alla tipologia di serie (una specie di crime in costume), la regia risulta piatta e poco accattivante, nonostante i continui richiami allo Sherlock Holmes di Guy Ritchie (la sigla, i costumi, il parziale humour inglese dei personaggi) e una produzione che definire impeccabile sarebbe riduttivo. In conclusione Ripper Street pur essendo una serie realizzata con grande cura e attenzione ai dettagli rimane un’opera incompiuta di cui non se ne sentiva granché il bisogno. Ripper Street debutterà in America questo autunno.
(di Carlo Andriani - del 2012-10-03) articolo visto 1954 volte
sponsor