L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 

PRIMO BILANCIO SULLA A: CHI SALE, CHI SCENDE?

Osservazioni sul campionato italiano dopo la prima parte di stagione

Sono passate le prime giornate del campionato di Serie A ed anche se è ancora presto per fare bilanci, non sono di certo mancati gli spunti e le indicazioni per prevedere che tipo di stagione si sta delineando. Dopo le partenze di Ibrahimovic e Thiago Silva in direzione Paris Saint Germain, il campionato italiano ha perso in qualità.
Con un Milan decisamente indebolito, in nome del bilancio e del fair play finanziario, la Juventus, campione d’Italia in carica, parte con tutti i favori del pronostico. In questo avvio i bianconeri hanno confermato le previsioni, continuando con lo stesso ritmo di marcia col quale la Juve ha finito la scorsa stagione in maniera trionfale. La squadra di Conte è ancora davanti a tutti, guardando gli altri dall’alto verso il basso.
Tra chi ha ambizioni di successo c’è il Napoli che in un anno di transizione per Inter e Milan potrebbe sfruttare la malconcia concorrenza milanese per provare a fare il colpaccio. La squadra partenopea è in ascesa ed al momento rappresenta la più valida alternativa alla Juventus ai piani alti della classifica. Non è un caso che le due squadre hanno già intrapreso un duello a distanza che sicuramente si protrarrà per il resto del campionato.
Un buon inizio di stagione lo hanno intrapreso anche Inter e Lazio, più sui livelli che ci si attendeva. Mentre le sorprese finora si chiamano Fiorentina, Sampdoria e Torino. La squadra di Vincenzo Montella dopo un mercato importante con innesti di valore ha espresso un gioco brillante e belle da vedere, con grandi premesse per un proseguo di stagione che può regalare tante soddisfazioni alla squadra viola.
Sampdoria e Torino fino a questo momento hanno impressionato per gioco, risultati e organizzazione e nonostante siano due neopromosse, la classifica le premia collocandole a ridosso delle posizione importanti. Altra conferma positiva di bel gioco e risultati è il Catania che anche col nuovo tecnico Maran sta continuando a esprimersi sui livello dello scorso campionato.
Passando alle delusioni di quest’avvio di stagione non si può non citare il Milan. La squadra che ha dato filo da torcere alla Juventus nello scorso campionato quest’anno è partita molto male, incasellando già diverse sconfitte, diverse di queste tra le mura amiche.
Senza Ibra, Thiago Silva e i tanti “senatori” rossoneri che hanno lasciato la squadra, il Milan ha perso molti punti di riferimento ed ha cambiato tanto, fino a questo momento i risultati tardano ad arrivare e così la seconda in classifica dello scorso campionato oggi naviga in piena zona retrocessione, in attesa di ritrovare la via della risalita.
Molte aspettativa, finora disattese, erano riposte sulla Roma di Zeman. I giallorossi in queste prima partite hanno lasciato tanti punti per strada, mostrando alcune prestazioni imbarazzanti come quella in casa della Juventus. La mancanza di continuità ed una difesa ballerina non hanno permesso alla Roma, almeno al momento, di stare tra le prime in classifica.
Problemi di risultati in quest’avvio di stagione anche per Palermo, Atalanta e Cagliari, con le tre squadre che si ritrovano a condividere le posizioni di bassa classifica, in piena zona retrocessione.
(di Gaetano Scavuzzo - del 2012-10-16) articolo visto 3963 volte
sponsor