L'Opinionista Giornale Online - Notizie del giorno in tempo reale
Aggiornato a:
 

KRISTINA TI IN DUE VOLUMI

Milano Fashion Week: fuori dal calendario ufficiale sfila la moda etnica e romantica di Kristina Ti

Durante la Settimana della Moda di Milano va in scena – presso il Museo della Permanente – la Collezione Autunno Inverno 2013/2014 di KRISTINA TI, un micro cosmo romantico ed etnico dove si incontrano e si fondono colori, tendenze e tessuti.
Non conosce mezze misure la donna di Kristina Ti, presentata in passerella in una sfilata fuori dal calendario ufficiale di Milano Moda Donna. Per la prossima stagione fredda sceglie soltanto due volumi: micro o macro, alternando proporzioni perfette.
Mette in contrapposizione volumi mini a volumi over, tessuti grezzi ad altri fluttuanti e leggeri, colori vivaci con toni neutri. Poi li abbina come più le piace, spesso indossando un pezzo mini insieme a uno oversize, in un equilibrio perfetto tra sopra e sotto. Tutto è leggerissimo.
“Sono partita da dove sono nata: le coulotte”, Cristina Tardito – designer torinese – spiega la sua collezione. “Cosa importante, il sopra, bluse, top, gilet. Un sopra molto ricco e lavorato e sotto culotte che diventano shorts per uscire a seconda del materiale. La declinazione in tutte le sue sfaccettature”.
Le camicette fluttuanti in seta stampata e i top – protagonisti della collezione – diventano oversize e si indossano su mini culottes a vita alta proposte in una infinità di materiali: in tweed, pied de poule, pelle laserata, seta, georgette jaquard ed eco-pelliccia, da cui spuntano originali chausettes gioiello.
Assolutamente deliziose le modelle di Kristina Ti, lolite romantiche e moderne dai capelli raccolti con riga laterale. Le gambe non sono mai nude, per una sensualità discreta ci sono calze in lana pesante (a fiori o colorate altrimenti arricchite da qualche glitter).
E poi ancora la maglieria, anche questa ampia e voluminosa, tricottata, interrotta soltanto da sprazzi di pizzo. Anche la pelliccia diventa oversize, ma è rigorosamente ecologica.
Gli abiti sono lunghi e giocano con morbidi tricot intrecciati e lavorati a maglia, dove la silhouette femminile è messa in evidenza con trasparenze e trame che diventano ragnatele.
La tavolozza di colori scelta da Kristina Ti è estremamente ricca con un autentico patchwork di colore: blu elettrico, peonia, verde bosco, beige miele, rovo, rosso rubino, arancio zucca e fucsia convivono insieme perfettamente. A volte proposte tono su tono a volte in mix creativi. Altro successo. Una collezione non tradizionale, dal mood romantico ed ironico.
"Nelle infinitesimamente piccole cose risiede la bellezza... Un microcosmo dove materia, colore, luce e vita obbediscono a leggi precise. È come se guardassi attraverso una lente di ingrandimento e scoprissi un regno in miniatura dove convivono bellezza e mistero. Un minuscolo mondo a volte caotico a volte sorprendentemente armonioso, buio e luminoso insieme, in continua tensione trascendentale, particolare desiderio di rimandare ad altro fuori da se". Chiosa la stilista.
Credits: © Courtesy Kristina Ti Press Office
(di Rosalba Radica - del 2013-04-18) articolo visto 1805 volte
sponsor