Banda brindisina in trasferta a Lecce: un arresto e tre fogli di via obbligatori

LECCE – Una volante della polizia di Lecce ha preceduto, in via N. Foscarini, al controllo di un’auto, risultata poi noleggiata, a bordo della quale viaggiavano 4 uomini. Gli agenti hanno proceduto al loro controllo constatando che si trattava di cittadini della provincia di Brindisi e che a proprio carico avevano numerosi precedenti per stupefacenti, armi, reati contro il patrimonio.

A tre di loro è stato irrogato il foglio di via obbligatorio con divieto di fare ritorno in questa provincia per tre anni. Il quarto individuo, un 23enne con numerose condanne e numerosi precedenti anche gravi per rapina, incendio, lesioni dolose aggravate, è stato tratto in arresto perché a suo carico vi era anche una sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di San Pietro Vernotico.

Pertanto è stato arrestato per violazione dell’obbligo di non allontanarsi dal luogo di soggiorno e di non accompagnarsi a pregiudicati.

Inoltre la polizia ha effettuato dei controlli in tre sale giochi, due situate in zone periferiche della città e una nel centro cittadino. Il controllo si è svolto sotto il profilo amministrativo e ha anche riguardato gli avventori, 19 dei quali sono risultati con precedenti penali.

E’ stata perlustrata altresì la zona della stazione, del convitto Palmieri e del centro storico. Il controllo si è poi svolto nella zona di piazzale Rudiae, dove si registra la presenza di prostitute, soprattutto in ore serali e notturne e, proprio nel piazzale, sono state identificate una prostituta nigeriana, un’albanese e una rumena, su cui pende un provvedimento di allontanamento.