Caetano Veloso Live in Italia con il nuovo Tour “Ofertorio”

Caetano Veloso Live in Italia con il nuovo Tour "Ofertorio"Caetano Veloso: “Uno show nato dal mio desiderio di trasmettere felicità”. L’artista torna in Italia dal 13 al 21 luglio, con il nuovo imperdibile Tour Ofertorio. Per la prima volta sul palco con i figli Moreno, Tom e Zeca

A luglio (dal 13 al 21) Caetano Veloso torna live in Italia con il nuovo imperdibile tour “Ofertorio”. L’artista salirà sul palco con i figli Moreno, Tom e Zeca, e insieme daranno vita ad uno speciale spettacolo in versione volutamente acustica.

Il cantautore brasiliano, reduce dall’esibizione all’Eurovision Song Contest con il portoghese Salvador Sobra vincitore della precedente edizione, si raffronta con la famiglia, sinonimo di felicità, dimostrando al pubblico quale elevata e raffinata qualità si possa raggiungere unendo le peculiarità di ognuno di loro per la prima volta in un unico spettacolo.

Il quartetto Veloso eseguirà i grandi successi del repertorio del celebre cantautore, come “Reconvexo”, “O Leãozinho”, “Un canto de afoxé para o bloco do Ilê” e “Sertão”, oltre alle composizioni di Moreno Veloso e degli altri due figli più piccoli.

Queste le date italiane del Tour “Ofertorio”:

  • Venerdì 13 luglio a Pavia, Corte del Castello Visconteo (Via Castello, 15 – ore 21.15);
  • Domenica 15 luglio a Perugia – Umbria Jazz, Arena Santa Giuliana (Piazza Partigiani – ore 21.00);
  • Martedì 17 luglio a Roccelletta di Borgia, Parco Archeologico Scolacium (via Scylletion – ore 22.00);
  • Sabato 21 luglio a Roma, Cavea – Auditorium parco della Musica (Viale Pietro de Coubertin 30 – 21.00).

“Ho sempre desiderato fare musica con i miei figli in concertoha raccontato Caetano Veloso. Da quando sono piccoli ho sempre amato stargli vicino. Ognuno ha le sue particolarità. Ho sempre cantato per farli dormire. Seguendo percorsi diversi, tutti si sono avvicinati alla musica in un momento della loro vita. È uno show per famiglie, nato dal mio desiderio di trasmettere felicità. Avere dei figli è la cosa più importante nella mia vita adulta. Quello che ho imparato dalla nascita di Moreno – e confermato con gli arrivi di Zeca e Tom – non ha un nome e non ha un prezzo. Credo, veramente, che la nostra non sia una famiglia di musicisti qualunque: c’è un carattere genetico dedicato alla musica”.