Droga e no sicurezza, sequestrata una discoteca a Milano

MILANO – Non solo uscite di sicurezza bloccate o estintori non a norma, ma anche tavolini con sopra strisce di cocaina e resti di hashish, e poi musica ‘sparata’ a un volume così alto al punto da consentire di ballare anche in strada. Così prima dell’alba la squadra di polizia giudiziaria in forza al pool che si occupa di sicurezza pubblica, coordinato dal procuratore aggiunto Tiziana Siciliano, ha messo sotto sequestro il ‘King Room’, locale della movida milanese in viale Marche.

I titolari della discoteca sono indagati per violazione delle normativa sulla sicurezza, antincendio e sul rumore per i decibel al di sopra della soglia consentita. Il club privato, che chiede agli avventori di fare una tessera, aveva già ricevuto un’inibitoria dal Comune per via della musica troppo alta che continuava anche oltre gli orari previsti dalla legge.