Una giornata con Branford Marsalis al SaxArts Festival 2016

Brandford MarsalisFAENZA (RAVENNA) – Il fiore all’occhiello della diciottesima edizione del SaxArts Festival sarà la giornata di incontro e studio con il sassofonista statunitense Branford Marsalis, organizzata per sabato 16 luglio. Una possibilità del tutto unica per i sassofonisti – sia per quelli che si esprimono nel versante classico che per i jazzisti – di entrare a contatto con uno dei musicisti più influenti ed espressivi degli ultimi trent’anni.

La masterclass si terrà presso il Ridotto del Teatro Masini di Faenza in Piazza Pietro Nenni. Nella sessione mattutina – in programma dalle ore 11 alle ore 13 – gli allievi si confronteranno con i concerti più rappresentativi del repertorio solistico per sassofono classico. Nella sessione pomeridiana – prevista dalle ore 15.30 alle ore 17.30 – l’attenzione si concentrerà sugli standard del jazz e i musicisti saranno coadiuvati dalla presenza di una tradizionale sezione ritmica.

La quota di partecipazione come uditore è di 25€ e comprende anche l’ingresso al concerto serale del SaxArt Project, previsto per le ore 21.15 presso la Pinacoteca Comunale di Faenza.

Per partecipare alla masterclass non occorrono titoli particolari: sarà sufficiente inviare il modulo di partecipazione entro venerdì 8 luglio e versare la quota richiesta. L’adesione sottintende la partecipazione all’intera masterclass. La domanda di iscrizione si può scaricare dal sito web www.faenzasaxfestival.com e va inviata, unitamente alla fotocopia della ricevuta di avvenuto pagamento della quota di iscrizione, all’indirizzo e-mail info@faenzasaxfestival.com.

Vincitore di tre Grammy Award e di un Tony Award, Branford Marsalis è uno tra i sassofonisti più acclamati del nostro tempo, un musicista capace di spaziare con grande disinvoltura attraverso i linguaggi musicali e di superare le barriere tra i generi, dalla classica al pop e, naturalmente, al jazz. Il sassofonista nella sua carriera ha avuto modo di realizzare moltissimi dischi a proprio nome, con una predilezione particolare per la formula del quartetto, una formazione molto compatta e stabile nel tempo. Le sue collaborazioni sono sempre state di altissimo livello e rappresentano la prova evidente della grande curiosità e dell’apertura stilistica che i partecipanti alla masterclass potranno sperimentare in prima persona. Tra le altre esperienze, Branford Marsalis ha suonato, infatti, nel celebre disco Decoy di Miles Davis, ha preso parte al gruppo con cui Sting ha realizzato gli album The Dream of the Blue Turtles e Bring on the Night, è stato leader della band residente del The Tonight Show with Jay Leno ed ha collaborato con il regista Spike Lee. Il sassofonista, inoltre, fa parte di una delle dinastie più importanti del jazz, vale a dire la famiglia Marsalis: Branford è fratello del trombettista Wynton, del batterista Jason e del trombonista Delfeayo ed è il figlio del pianista Ellis Marsalis.

In serata, poi, il SaxArts Festival presenta una novità assoluta per la sua storia: Equilibri da Turbare, il concerto del SaxArt Project, incentrato sulla rilettura di pagine classiche e jazz con Branford Marsalis, Marco Albonetti e un ensemble di talentuosi sassofonisti provenienti da tutto il mondo, si terrà nelle sale della Pinacoteca Comunale di Faenza. Una scelta di autori importanti per attraversare secoli e generi espressivi: Johann Sebastian Bach, Barry Cockcroft, Eugene Bozza, Marcelo Zarvos e Javier Girotto permettono alla formazione e al pubblico di compiere un vero e proprio giro del mondo in musica e costituiscono un notevole banco di prova per le capacità tecniche ed interpretative dei singoli musicisti e dell’ensemble nel suo complesso.

I nuovi linguaggi del repertorio sassofonistico vengono esaltati dalla combinazione dei timbri degli strumenti suonati e dalla straordinaria perizia tecnica dei musicisti dell’ensemble. La formazione è a tutti gli effetti modulabile sulle necessità delle pagine via via affrontate e riesce così ad interpretare al meglio il percorso del concerto, conducendo gli spettatori dal repertorio più conosciuto alle esperienze più recenti delle avanguardie contemporanee in modo accattivante e senza mai perdere il senso complessivo del discorso.

La serata si completa con la Jam Session del SaxArts Festival che si svolgerà presso lo Zingarò Jazz Club: Swimming with the sharks è il titolo dato all’incontro aperto agli allievi della masterclass e, naturalmente, a tutti i musicisti che vorranno unirsi per cimentarsi negli standard della tradizione americana, in uno dei club più rilevanti della scena jazzistica nazionale.

Il SaxArts Festival viene organizzato con la preziosa partnership della Fondazione della Banca del Monte e Cassa di Risparmio di Faenza, con il contributo del Comune di Faenza, Comune di Tredozio e del Comune di Russi e con il Patrocinio della Provincia di Ravenna e della Regione Emilia Romagna. Altrettanto importanti sono il sostegno degli sponsor privati – Romagna Giochi, Confcooperative, Salesiani 2.0, Banca di Romagna Gruppo Cassa di Risparmio di Cesena – che continuano a sostenere e a credere nella qualità del lavoro svolto dal festival e il supporto materiale ed umano delle famiglie ospitanti che accolgono i ragazzi convenuti a Faenza per il festival.

Tutti i concerti sono ad ingresso libero con esclusione del concerto di sabato 16 luglio (Equilibri da Turbare con Branford Marsalis, Marco Albonetti e il SaxArt Project) per il quale è previsto un biglietto di 10 euro. La masterclass con Branford Marsalis ha invece il costo di 25 euro (prezzo comprensivo anche del biglietto per il concerto serale).