Libano: il contingente militare italiano dona computers a un orfanotrofio locale

SHAMA – Donazione di sistemi informatici per la scuola orfanotrofio “Al Mabarrat Alishraq”, da parte del Contingente Italiano impiegato nella Terra dei Cedri è quanto avvenuto in questa settimana nel distretto di Bint Jubail, nel Sud del Libano.

Alla presenza delle autorità civili e religiose locali, il Generale di Brigata Francesco Olla, Comandante della Joint Task Force – Lebanon, ha inaugurato la nuova sala d’informatica dell’istituto scolastico, ora dotata di 35 personal computer completi e di ultima generazione. La scuola è frequentata da circa 870 studenti dai tre ai tredici anni, 200 dei quali sono permanentemente ospitati in quanto orfani o adottati a distanza.

Finalizzata al consolidamento dei rapporti tra i peacekeeper italiani e la popolazione del Libano del Sud, la donazione è stata promossa dallo staff del CIMIC (Civil and Military Cooperation) che da sempre opera a favore delle Autorità locali e le Associazioni non governative, come dettato dalla Risoluzione n.1701 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite del 2006.

L’attuale operazione italiana “Leonte XXII” è su base Brigata “Granatieri di Sardegna” e le unità schierate sono ITALBATT, unità di manovra su base Reggimento “Lancieri di Montebello” (8°); il Combat Support Battalion (CS Bn), a guida Reparto Comando della Brigata “Granatieri di sardegna”; il Combat Service and Support Battalion, su base Reggimento Logistico “Aosta”.