Mercato degli smartphone come le auto, in crescita l’usato sicuro

ROMA – Nel mercato degli smartphone, come in quello delle auto, va sempre di più l’usato. Secondo un’analisi di Counterpoint research, riportata dal Wall Street Journal, nel mondo 1 cellulare su 10 è ‘ricondizionato’ e il ciclo di vita dei dispositivi entro il prossimo anno si allungherà a 33 mesi (quasi tre anni) dai 23 del 2014.

“L’attuale mercato degli smartphone assomiglia molto a quello delle auto. È passata la stessa mentalità: voglio ancora una Mercedes, ma attenderò un paio d’anni per acquistare il modello precedente”, dice Sean Cleland, manager della società di aste B-Stock Solutions, che negli Stati Uniti ha visto aumentare fino al 93% la quota di aste di smartphone usati, rispetto al 50% di cinque anni fa.

I dispositivi rigenerati o ricondizionati (in inglese ‘refurbished’) non sono semplici smartphone usati. Sono dispositivi, che dopo un malfunzionamento, sono sottoposti a diversi test tecnici – a volte anche dalla casa madre – prima di essere immessi nuovamente sul mercato. Un ‘usato garantito’ che fino ad ora aveva preso piede soprattutto nei paesi in via di sviluppo.