Orsa Kj2: a Trento LNDC impugna l’ordinanza contro l’animale

Orsa Kj2: a Trento LNDC impugna l'ordinanza contro l'animaleLNDC: “L’ordinanza contro l’orsa Kj2 è scellerata e pericolosa. Le istituzioni devono educare ad avere comportamenti corretti”

LNDC ha depositato il ricorso al TAR contro l’ordinanza emessa dal Presidente della Provincia di Trento, Ugo Rossi. Il provvedimento comporterebbe la cattura e il possibile abbattimento dell’orsa Kj2. L’animale sarebbe coinvolto in un episodio di presunta aggressione verso un pensionato nelle settimane scorse.

Nel frattempo sono emersi nuovi dettagli sulla vicenda. Com’era prevedibile, sembra che l’orsa in realtà abbia solo reagito all’attacco ricevuto dall’uomo. Sembra, infatti, che l’uomo si sia spaventato della comparsa dell’animale e abbia brandito un bastone per colpirla.

“Ci siamo subito mossi per bloccare, tramite il TAR, questa ordinanza scellerataafferma Piera Rosati, Presidente LNDCtanto più se quella di Kj2 è stata una reazione a un comportamento aggressivo dell’uomo. Questo genere di provvedimenti non tutelano né gli animali né gli uomini perché sono fortemente diseducativi. Quello che è realmente necessario è educare le persone a rispettare la natura e gli animali selvatici nel loro habitat. È necessaria una costante e adeguata campagna di informazione e sensibilizzazione sui comportamenti corretti da adottare nel caso in cui ci si imbatta in un plantigrado o altro selvatico”.

Il ricorso è stato redatto dall’avvocato trentino Paolo Letrari in stretta collaborazione con l’avvocato Michele Pezone, Responsabile Diritti Animali LNDC. L’udienza si dovrebbe svolgere in settembre. Nel frattempo si spera che Kj2 non venga trovata e “accidentalmente” uccisa come successe a Daniza.

“Ho personalmente insistito molto con i legali affinché si procedesse con il ricorso perché non deve mai più ripetersi un caso Daniza”, conclude Piera Rosati.