Paul McCartney, il 10 giugno arriva l’antologia “Pure McCartney”

Pure McCartneyMILANO – Si intitola “Pure McCartney” la raccolta celebrativa della carriera di Paul McCartney. In uscita il 10 giugno in tre diversi formati (2 CD, 4 CD e 4 LP), l’antologia conterrà brani dal debutto da solista nel 1970 a “My Valentine” (2012), “Hope For The Future” (2014) e al remix del 2015 “Say Say Say”.

La versione in 4 CD comprende 67 tracce, di cui più di 40 sono state Top hits, incluse “Maybe I’m Amazed”, “Live and Let Die”, “Mull Of Kintyre”, “Ebony and Ivory”, “Dance Tonight” and “New”. Paul McCartney e la sua musica non hanno bisogno di presentazioni: con tre suoi amici ha letteralmente cambiato per sempre il panorama culturale del mondo.

E i traguardi raggiunti da Paul, sia da membro dei Wings che da artista solista, compongono uno strabiliante “corpus” che non sfigura a fianco degli otto sensazionali anni trascorsi con i Beatles. “Pure McCartney”, la una nuova raccolta della sua opera come solista e con Wings and Fireman, che celebra 67 momenti salienti tratti da uno dei cataloghi più osannati nella musica a partire da “McCartney” (1970), il suo debutto da solista, fino ad arrivare a “Hope For The Future”, il suo brano del 2014 tratto da “Destiny”, il più atteso video game dell’ultima decade.

“Pure McCartney” non è solamente una monumentale miscellanea di momenti memorabili, è anche un insieme dei brani favoriti di Paul stesso e scelti personalmente da lui. “Io e il mio team abbiamo pensato di mettere insieme una raccolta dei miei brani non avendo altro in mente se non l’idea di avere qualcosa di divertente da ascoltare”, dice Paul parlando del progetto.

“Forse è qualcosa da ascoltare durante un lungo viaggio in auto durante una festa con amici o una serata a casa? Così abbiamo ragionato insieme e ci siamo trovati con queste playlist da vari periodi della mia carriera”. Come cantautore Paul non si è mai fermato, toccando qualsiasi genere e stile. “Pure McCartney” ne è la prova. Dalla perfezione della scrittura di “Maybe I’m Amazed”, ai brani in “Band On The Run” al groove irresistibile di “Say Say Say” e così via fino a “Temporary Secretary”, definiti da NME all’interno della lista delle migliori canzoni di sempre, “non in anticipo sui tempi, ma fuori dal tempo”, “Pure McCartney” raccoglie l’inarrestabile avventura artistica di un artista dal talent eclettico e inimitabile, dando rilievo a quanto conseguito nell’era successiva ai Beatles.

“Il termine “carriera” è un po’ fuorviante perché per me è più un’avventura musicale che non un lavoro” dice Paul riferendosi alla tracklist di “Pure McCartney”. “Mi soddisfa, mi piace e spesso mi stupisce il fatto che io sia stato coinvolto nella scrittura e nella registrazione di così tanti brani, così diversi gli uni dagli altri”.