Roma, Razzi: “Città in abbandono ma incapacità M5S all’apice sulle nomine”

Antonio RazziROMA – “Ogni volta che passeggio per Roma mi accorgo di quanto sia sporca, disordinata e caotica. Con tutti questi rifiuti abbandonati e non smaltiti tempestivamente e correttamente la città rischia di rivivere l’incubo del colera. I trasporti sembrano quelli di un Paese del terzo mondo e sono il simbolo del fallimento di questa Giunta”. Così in una nota il senatore di Forza Italia Antonio Razzi (foto).

“Le scarsissime capacità di amministrare la capitale da parte della Raggi raggiungono l’apice quando si parla di nomine – aggiunge l’esponente azzurro – Oggi su Il Tempo leggo che per la direzione di Zetema siano spuntati fuori i nomi di Giovanni Maria Flick, un uomo che appartiene al passato della sinistra di questo Paese, e di Vincenzo Donativi, un avvocato sposato con una collega che già siede nel Cda di Acquae Roma. Gli amici degli amici, in poche parole. Ma perché il presidente del Consiglio comunale di Roma Marcello De Vito non fa nulla per mettere la parola fine a questi disastri che tardano ad avere soluzioni? Che ci sta a fare se permette anche lui come gli altri un simile scempio? Virginia Raggi è totalmente inappropriata e si dovrebbe dimettere già da domani, perché ha dimostrato di non saper fare assolutamente nulla”.