Sisma: Gentiloni, “Non aspetteremo l’ok dell’Unione Europea”

ROMA – Per il terremoto “abbiamo risorse nella legge di bilancio, ne stiamo mettendo in campo ulteriori con questo decreto. Abbiamo già anticipato nella lettera inviata ieri a Bruxelles della necessità di ulteriori risorse, almeno un miliardo che nel prossimo periodo sarà necessario. Intanto però non è che possiamo aspettare chissà quali superiori determinazioni. Decidiamo e ci prendiamo le nostre responsabilità”.

Lo dice il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni in conferenza stampa a Palazzo Chigi. “C’è bisogno che il Paese intero a partire dal governo, le istituzioni territoriali coinvolte, il Parlamento, l’Unione europea, tutti abbiano la consapevolezza dell’importanza della gravità” per “rispondere in modo adeguato”, aggiunge il premier, per il quale le risorse stanziate dal decreto sul terremoto approvato oggi “sono molto consistenti, di diverse centinaia di milioni”.