Super fuga con inseguimento a 200 km all’ora dopo un furto, 30enne arrestato

Pescara - incidente arresto albanesePESCARA – Una lunga fuga a folle velocità, fino a 200 km all’ora, fra le strade di Pescara e provincia, con vie prese contromano, mezzi in sosta danneggiati e una gazzella dei carabinieri speronata. Alla fine i militari dell’Arma hanno dovuto sparare contro le gomme posteriori dell’auto fuggitiva, facendola finire contro un muretto in cemento.

Il suo conducente, che poco prima aveva rubato in un’abitazione di Villamagna (Chieti) – compresa la vettura usata nella fuga – ne è uscito illeso ed è stato arrestato. È un albanese 30enne. Hanno fatto perdere le loro tracce i complici.

Scattato l’allarme per il furto, i carabinieri avevano esteso le ricerche nelle province di Chieti e Pescara, dove i militari del Nor hanno incrociato l’auto che viaggiava a forte velocità sulla tangenziale in direzione Pescara. È così scattato l’inseguimento.

Alla fine, all’interno della macchina è stata trovata la refurtiva, restituita ai proprietari. L’albanese è ora in carcere, in attesa dell’udienza di convalida.