Trieste, traffico strupefacenti: due arresti

Trieste, traffico strupefacenti due arrestiTRIESTE – Alle prime luci dell’alba di sabato mattina i militari del Comando Provinciale di Trieste hanno messo in campo un articolato dispositivo di controllo della fascia confinaria giuliana che ha visto l’impiego coordinato di unità del I Gruppo Trieste, della Compagnia di Prosecco e della Tenenza di Muggia, nell’ambito delle attività di rafforzamento del controllo del territorio disposto dagli organi di vertice.

I finanzieri hanno avviato controlli mirati nei confronti di alcuni pullman, provenienti da varie città italiane e diretti all’isola di Pag (Croazia) e risultati trasportare gruppi organizzati di giovani (di età compresa tra i 18 ed i 30 anni) diretti a partecipare al noto evento di musica techno “Sonus Festival 2016”.

Le attività si sono concentrate principalmente presso gli snodi confinari di Fernetti, Pese e Rabuiese. Grazie all’ausilio delle unità cinofile antidroga del II Gruppo Trieste e della Compagnia di Prosecco ed all’intuizione degli operanti, nel corso delle attività si è proceduto a trarre in arresto due persone provenienti dalla provincia di Firenze, risultati in possesso di grammi 49,6 di cocaina e grammi 34,2 di anfetamina, a denunciare a piede libero ulteriori quattro soggetti italiani, risultati detenere complessivamente 92,4 grammi di hashish nonché verbalizzare complessivamente altre cinque persone, segnalate alle competenti Autorità prefettizie in quanto in possesso di hashish e marijuana.

Nel corso di poche ore, il dispositivo di controllo ha quindi consentito di assumere provvedimenti (arresto/denuncia/segnalazione) nei confronti di dodici distinti soggetti (tutti di età inferiore ai 30 anni) e di sottoporre a sequestro oltre 200 grammi di sostanze psicotrope nonché gli oggetti destinati a consentire l’utilizzo delle stesse (trincia-marijuana).

L’esito dell’attività testimonia come risulti in voga per i ragazzi tentare di varcare il confine, diretti verso mete di “sballo” e muniti di scorte di stupefacenti, noncuranti degli eventuali controlli.

La Guardia di Finanza, da sempre in prima linea nella lotta al traffico di sostanze stupefacenti, continua ad essere particolarmente impegnata nel controllo del territorio, ancor più in ragione della collocazione geografica della provincia giuliana, luogo di transito privilegiato per i traffici illeciti in genere e, in particolare, in questa occasione per sostanze psicotrope.