Venezia, autotrasportatore fermato con 27 chilogrammi di hashish

Venezia, autotrasportatore fermato con 27 chilogrammi di hashishArrotondava lo stipendio con trasporti extra all’insaputa dell’impresa per cui lavorava. Arrestati due cittadini di nazionalità marocchina

VENEZIA – Le indagini del Nucleo Polizia Tributaria di Venezia, coordinate dalla locale Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia, hanno consentito di eseguire a Solaro (MI) il sequestro di una partita di droga introdotta illecitamente in Italia e, verosimilmente, destinata al successivo smercio nelle regioni del nord Italia, tra cui il Veneto.

La droga era trasportata su di un autoarticolato con targa spagnola, nascosta tra il voluminoso carico ufficiale: i panetti erano occultati tra bidoni di materiale plastico e solventi che il conducente, per conto di un’importante azienda di trasporti spagnola, avrebbe consegnato poco dopo ad un’impresa di Solaro (MI), non coinvolta nel traffico illecito.

Dopo aver individuato il camion sospetto, le Fiamme Gialle hanno atteso senza perderlo di vista fin quando hanno scorto un’autovettura con a bordo un altro soggetto di origine maghrebina affiancarsi al camion: dopo una breve conversazione, proprio mentre i due soggetti si accingevano a trasferire la
droga è scattato l’intervento.

All’interno del rimorchio del mezzo pesante i finanzieri hanno rapidamente rinvenuto oltre 27 chilogrammi di hashish suddiviso in pani, il cui valore sul mercato avrebbe fruttato oltre 100 mila euro. I due marocchini sono stati associati alla Casa Circondariale di Monza, a disposizione della locale Autorità Giudiziaria.

Solo a dicembre le Fiamme Gialle di Venezia, sempre sotto il coordinamento della D.D.A. del capoluogo lagunare, avevano portato a termine un altro importante intervento, con il sequestro di chilogrammi 215 di hashish nei confronti di un sodalizio criminoso radicato nel nord Italia e con principale luogo di stoccaggio e smistamento della sostanza stupefacente il Veneto e, in particolare, la provincia di Verona.