Taormina Film Fest, svelato il manifesto ufficiale della 67esima edizione [VIDEO]

42

Al via la 67esima edizione del Taormina Film Fest. L’edizione 2021 celebra Deborah Kerr e Burt Lancaster nel film Da qui all’eternità

taormina film fest

TAORMINA – Al via l’edizione 2021 del Taormina Film Fest. È un omaggio al film From Here to Eternity – in italiano Da qui all’eternità – di Fred Zinnemann il manifesto ufficiale della 67ma edizione, che accenderà i riflettori del Teatro Antico sul grande cinema dal 27 Giugno al 3 Luglio. Si tratta di una rivisitazione stilizzata, ma in chiave moderna: la scelta dei colori è stata orientata verso tonalità più calda e luminose, ma la sequenza rimane comunque una delle più intense e passionali della storia del cinema. Il manifesto è stato realizzato da Ginevra Chiechio su una tavolozza di colori ispirati alla luminosità e al calore della città di Taormina, per reinterpretare l’iconica scena del bacio sulla spiaggia fra i due amanti.

Il Festival

Il Festival quest’anno si terrà in due giornate, il 27 giugno e il 3 luglio. Diretto da Francesco Alò, Alessandra De Luca e Federico Pontiggia, il Taormina Film Fest è prodotto e organizzato da Videobank Spa nell’ambito di un mandato triennale – su concessione della Fondazione Taormina Arte Sicilia e con il patrocinio dell’Assessorato del Turismo dello Sport e dello Spettacolo della Regione Sicilia, della Sicilia Film Commission, del Comune di Taormina e del Mibact.

I protagonisti

La locandina della 67esima edizione del festival vuole celebrare – in questo modo – anche i due protagonisti della pellicola. Cioè Burt Lancaster, al quale in seguito la figura del Principe di Salina – intramontabile Gattopardo – regalerà un legame indissolubile con la Sicilia, e Deborah Kerr. Il cui centenario della nascita viene celebrato proprio nel 2021: l’attrice, che proprio a Taormina era stata invitata nel 1959, vinse poi un Oscar alla carriera nel 1994. Da qui all’eternità è stato un film che ha segnato un vero spartiacque nella carriera dell’attrice. Che con questa scena d’amore, al tempo giudicata molto audace, è stata consacrata all’immaginario collettivo: non a caso il film venne nominato in seguito vincitore di ben 8 Academy Awards.