Adozioni, preaffidi e trasferimenti di cani e gatti, lettera al ministro Speranza

on brambilla leidaa

Riprendano al più presto le adozioni di cani e gatti e i relativi spostamenti per i preaffidi e il trasferimento degli animali. Lo chiede, con una lettera al ministro della Salute, l’ufficio di presidenza dell’Intergruppo parlamentare per i diritti degli animali: la presidente on. Michela Vittoria Brambilla (Fi), la vicepresidente sen. Loredana De Petris (LeU), la vicepresidente sen. Loredana Russo (M5S), le segretarie di presidenza on. Paola Frassinetti (FdI), on. Patrizia Prestipino (Pd) e sen. Rosellina Sbrana (Lega).

Le parlamentari ricordano che, come più volte affermato dalle associazioni animaliste, le adozioni di cani e gatti provenienti dai rifugi o direttamente dalle strade hanno un rilevante ruolo sociale, morale ed economico, che i provvedimenti assunti per fronteggiare l’emergenza sanitaria le hanno bloccate del tutto e che, pertanto, l’attuale carico di animali nelle strutture pubbliche e private ha superato ogni limite.

Di qui l’esigenza di un “indifferibile” intervento istituzionale “perché le adozioni di cani e gatti e i relativi necessari spostamenti per i controlli preaffido e il trasferimento degli animali nell’abitazione delle famiglie adottanti possano pienamente riprendere, come già previsto in Francia, fin dal 16 aprile scorso, con l’applicazione delle misure di sicurezza ritenute necessarie”.

All’Intergruppo, che è presieduto dall’on. Brambilla e ha lo scopo di promuovere la tutela degli animali e dei loro diritti attraverso l’attività legislativa, di indirizzo politico e di sindacato ispettivo, aderiscono una quarantina di parlamentari di tutti i gruppi politici, determinati a dare risposte alle istanze di milioni di italiani che amano gli animali e vogliono vederli rispettati.