Afghanistan, Di Maio: “Continueremo a lavorare su evacuazioni e aiuti umanitari”

15

SULMONA (AQ) – “Io sono veramente orgoglioso di come abbia reagito il sistema Italia. Ma non è finita. Continueremo a lavorare in questa direzione, cioè evacuazioni e aiuti umanitari in loco”. Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, in Abruzzo per la campagna elettorale a sostegno del candidato sindaco del M5S a Sulmona. “Posso dirvi che il lavoro che stiamo facendo sull’Afghanistan riguarda la collaborazione con i Paesi limitrofi o con Paesi influenti, come il Qatar, per continuare ad evacuare persone che hanno bisogno di lasciare l’Afghanistan. Ci lavoreremo e ci stiamo lavorando, abbiamo importanti contatti con i principali Paesi della zona”, ha spiegato.

“Io sono stato lì, nella regione centro asiatica, una settimana fa – ha aggiunto – Ho avuto importanti riscontri e abbiamo rafforzato la collaborazione con le intelligence di questi Paesi, abbiamo deciso di creare dei canali diretti tra i nostri ministeri per costruire meccanismi di corridoi umanitari per aiutare anche gli afghani in Afghanistan. Oggi è in Afghanistan Filippo Grandi, l’Alto commissario per i rifugiati sell’Unhcr, e stiamo lavorando a tutti gli aiuti umanitari che serviranno”.

E ancora: “Nelle prossime ore ci sarà un’importante conferenza sull’Afghanistan a cui parteciperò, convocata dal segretario generale delle Nazioni Unite Guterres, io sono molto contento del fatto che l’Italia sia stato il primo Paese europeo per l’evacuazione di civili afghani, stiamo lavorando all’integrazione di molte di queste donne e bambini e fatemi ringraziare tutti i sindaci italiani, di tutti i colori politici, perché mi hanno chiamato tutti per chiedere di accogliere le donne afghane, di integrare i bambini afghani, di aiutare i collaboratori, gli uomini e le donne che hanno collaborato con il nostro esercito a Herat e nelle altre zone dell’Afghanistan”.