Ambulante nigeriano ucciso in centro a Civitanova Marche, Letta: “Ferocia inaudita”

18

CIVITANOVA MARCHE – “L’assassinio di Alika Ogorchukwu lascia sgomenti. La ferocia inaudita. L’indifferenza diffusa. Non possono esserci giustificazioni. E nemmeno basta il silenzio. L’ultimo oltraggio ad Alika sarebbe quello di passare oltre e dimenticare”. Così il segretario del Pd, Enrico Letta, commenta su Twitter i fatti di Civitanova Marche.

“Insieme al dolore e al profondo cordoglio per la famiglia di Alika è necessario ribadire anche la ferma condanna di un gesto di folle e inaudita violenza, che non ha alcuna giustificazione e che lede tutti i marchigiani”. Queste le parole del presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli, su quanto successo ieri a Civitanova, dove un ambulante nigeriano di 39 anni, Alika Ogorchukwu, è stato ucciso nel primo pomeriggio in pieno centro, in corso Umberto I, da un operaio 32enne. La vittima lascia la moglie e un figlio di 8 anni.