Anniversario morte Alberto Alesina, Brunetta: “È una mancanza che oggi fa male”

21

ROMA – “Quanto manca, Alberto Alesina. Mancano le sue qualità umane: la gentilezza, il sorriso, l’apertura agli altri, il cuore. Manca il suo talento straordinario di economista, tra i primi economisti politici che la Bocconi ha formato alla fine degli anni Settanta, un talento frutto di studio, curiosità intellettuale, lucidità visionaria”. Lo afferma il ministro Renato Brunetta (foto) nel secondo anniversario della scomparsa di Alberto Alesina.

“È una mancanza che oggi fa male, perché tutti noi che lo conoscevamo e che avevamo il privilegio della sua amicizia sappiamo quanto prezioso avrebbe potuto essere il suo contributo, teorico e pratico, davanti alle sfide del presente per l’Italia e per l’Europa: la ricostruzione, l’inflazione, la crisi. Mi consola soltanto pensare a quanto sosteneva il filosofo Leibniz: ‘Colui che è maestro può cambiare la faccia del mondo’. Alberto è stato un grandissimo maestro, ha fatto la differenza. Le sue idee continuano a vivere”, aggiunge Brunetta.