Anniversario morte Falcone, Giulia Grillo: “Ancora oggi dobbiamo essere capaci di reagire ai fenomeni mafiosi”

14

ROMA – “Erano le ore 17:57 del 23 maggio 1992, quando gli attentatori fecero esplodere un tratto dell’autostrada A29 nei pressi di Capaci. Persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. In quel momento l’Italia si fermò. Avevamo perso una battaglia importante. Una pagina buia nella storia della Sicilia, dell’Italia, del mondo intero. Ancora oggi dobbiamo essere capaci di reagire ai fenomeni mafiosi, soprattutto con la cultura antimafia, la politica delle scelte giuste, il ricordo di chi ci ha lasciato gli strumenti per combattere le mafie”.

Così la parlamentare del M5S Giulia Grillo (foto) nel 29esimo anniversario della morte di Giovanni Falcone e della sua scorta.