Appello del Pd: “Basta veti, si proceda con l’alleanza”

12
Il segretario del Pd Enrico Letta

ROMA – La posta in palio “è altissima”, per l’Italia e per l’Europa. Per questo il Pd rivolge un appello “a tutte le forze politiche con cui, dopo la caduta del governo Draghi, si è lavorato per fare nascere un campo di forze democratiche e civiche”: si proceda, “senza veti reciproci”, a costruire “un’alleanza che prosegua nel forte impegno europeista che l’esecutivo guidato da Draghi ha saputo interpretare e che sia in grado di dare all’Italia un governo capace di consolidare la crescita, combattere le diseguaglianze e affrontare con credibilità l’emergenza economica, sociale e ambientale e la difficile situazione internazionale”.

Sapendo che “ogni divisione oggi rappresenterebbe un regalo alla destra che l’Italia non può permettersi”. Nell’appello approvato al termine della segreteria nazionale del Pd allargata ai vertici istituzionali e del partito, si sottolinea che “in queste ore si stanno determinando decisioni fondamentali per la definizione dell’alleanza che sfiderà la destra sovranista alle prossime elezioni politiche. A nessuno sfugge che la posta in palio è altissima, per i destini del nostro Paese e dell’Europa”. Il Pd rivendica: “Noi siamo impegnati a far prevalere lo spirito unitario perché crediamo che, per essere vincenti in questa situazione, sia assolutamente necessario valorizzare quel che unisce e non quel che divide”.