Archiviazione per Diego Milito: non ha commesso alcun reato fiscale

MILANO – Diego Milito, il protagonista assoluto del “triplete” dell’Inter nel 2010, oggi dirigente sportivo e segretario tecnico del Racing Club, non ha commesso alcun reato fiscale.

“El Principe” era ingiustamente rientrato nel maxi procedimento penale aperto sul calcio dalla Procura di Napoli nel 2016, che aveva visto il coinvolgimento di 64 tra dirigenti di società di calcio, giocatori e procuratori.

La Procura, resasi conto dell’insussistenza di qualsivoglia reato fiscale a carico dell’ex calciatore, per il quale inizialmente si era ipotizzata la percezione di un compenso extra dall’Inter in luogo del suo procuratore dell’epoca, ha archiviato il procedimento penale a suo carico.

Milito è stato nel frattempo totalmente assolto anche nel parallelo procedimento disciplinare avanti al TAS. Diego Milito esprime “soddisfazione per quanto deciso dai giudici, nei quali ho sempre riposto fiducia.”

Diego Milito è oggi direttore tecnico del Racing Club e si occupa attivamente della “Fundacion Diego Milito”, dedita a diffondere la cultura dello sport e della solidarietà tra i giovani.

Milito è stato assistito da DLA Piper, per gli aspetti penali e disciplinari dagli avvocati Antonio Carino e Antonio Martino e per gli aspetti fiscali dal responsabile del dipartimento tax Antonio Tomassini, Giovanni Iaselli e Aurelia Casali.