“Armonie di Territori”, a Bologna i protagonisti del presente e le prospettive per il futuro

23

BOLOGNA – Si è conclusa a Bologna la quarta tappa del roadshow “Armonie di Territori” della Rete Rurale Nazionale ad AngelicA | Centro di Ricerca Musicale – Teatro San Leonardo. Il pubblico, gli studenti dell’Istituto agrario Arrigo Serpieri di Bologna che hanno accettato l’invito ad approfondire la tematica dei giovani in agricoltura che tanto li riguarda da vicino.

Dopo i saluti istituzionali di Paolo Ammassari, Dirigente della Direzione Sviluppo Rurale del Mipaaf, Teresa Maria Iolanda Schipani, Autorità di Gestione PSR Emilia-Romagna e Roberto Scalacci, Direttore Agricoltura e sviluppo rurale Regione Toscana, hanno preso la parola i giovani beneficiari Filippo Benassi (Podere Musiara), Nicolò Bianchini (I Muretti Società Agricola e Agrituristica) ed Enrico Rossi (Azienda agricola Enrico Rossi), che hanno raccontato le loro esperienze di successo realizzate grazie ai PSR Emilia-Romagna e Toscana e dispensato consigli su come affrontare la grande sfida del dedicarsi all’attività agricola.

A seguire la tavola rotonda a cui, oltre ai rappresentanti istituzionali di cui sopra, hanno partecipato i rappresentanti delle associazioni giovanili di categoria Claudia Guidi (Associazione Nazionale dei Giovani Imprenditori Agricoli – Confagricoltura), Andrea Degli Esposti (Coldiretti Giovani Impresa) e Martina Codeluppi (Associazione Giovani Imprenditori Agricoli Cia).

In un contesto a livello internazionale in continua evoluzione, la tappa è stata l’occasione per fare il punto su quello che è stato realizzato nell’attuale programmazione da entrambe le Regioni partecipanti (Emilia-Romagna e Toscana), delineare le prospettive future a sostegno del ricambio generazionale e confrontarsi sulle reali esigenze degli imprenditori, anche con richieste specifiche, da parte delle associazioni intervenute, di priorità su cui concentrare l’attenzione durante la stesura dei prossimi bandi. È stata ribadita la necessità di procedere in una direzione di sostenibilità ambientale ed economica delle aziende con un approccio aperto all’innovazione, tema approfondito con il racconto di alcune esperienze dei Gruppi Operativi per l’Innovazione dell’Emilia-Romagna.

Sono infatti intervenuti Valeria Altamura di Ri.nova che ha presentato il progetto Innovazioni finalizzate alla creazione di sistemi produttivi autosufficienti: la permacultura, l’orto bio-intensivo e la food forest (Agricoltura autosufficiente) e Paolo Ferrari, del Centro Ricerche Produzioni Animali, con il progetto Filiera corta sostenibile dei salumi e delle carni derivanti da suini all’aperto (Salcasa). Il finale in musica con l’esibizione dei talentuosi Ada Flocco e Saverio Zora Puntaroni del Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna.