“Assassinio sul Nilo”, Kenneth Branagh è di nuovo il detective Hercule Poirot

65

ROMA – È uscito nelle sale “Assassinio sul Nilo”. Kenneth Branagh interpreta di nuovo l’iconico Hercule Poirot e torna sulla scena del delitto con la trasposizione del classico letterario partorito dalla penna della regina del giallo Agatha Christie, Assassinio sul Nilo. Un film che porta a galla non i tesori nascosti dall’Egitto, ma i lati più oscuri dell’animo umano. Gli stessi ieri e oggi… È una pellicola che si interroga sulla ragione e sui sentimenti, concentrandosi sulla resa dei conti di Poirot con l’amore. “Assassinio sul Nilo”, diretto ed interpretato da Kenneth Branagh è il sequel cinematografico del film “Assassinio sull’Orient Express” (2017), basato sul romanzo del 1937 di Agatha Christie.

Il lungometraggio racconta le avventure del celebre detective Hercule Poirot che decide di concedersi una vacanza sul Nilo. Il protagonista sul battello incontra la bella e ricca ereditiera Linnet Ridgeway (Gal Godot) appena sposata con Simon Doyle (Armie Hammer), fidanzato della sua migliore amica. Inaspettatamente Jaqueline (Emma Mackey), ex amica di Linnet, fa irruzione sulla barca per vendicarsi di Simon e decide di sparagli; scioccata dal gesto appena compiuto e in preda ai sensi di colpa viene sedata con una potente dose di morfina che la lascia incosciente per tutta la notte. Alle prime luci dell’alba viene ritrovato il corpo di Linnet Ridgeway ma la sospettata principale non può essere di certo l’assassina e toccherà, quindi, al detective Poirot risolvere la misteriosa morte della giovane ereditiera.