Assogestioni: nel 2021 raccolta a 93 miliardi, massimo dal 2017

38

ROMA – Nel quarto trimestre 2021 la raccolta netta definitiva dell’industria del risparmio gestito è stata pari a 23,2 miliardi di euro, grazie al principale apporto dei fondi aperti che hanno contribuito per 13 miliardi. Un dato che ha portato il sistema a raggiungere la soglia dei 93 miliardi di sottoscrizioni nell’intero anno: è il risultato migliore dal 2017. Lo rende noto Assogestioni. A fine dicembre, il patrimonio gestito aggiorna un nuovo record a 2.594 miliardi, in crescita di 50 miliardi rispetto alla fine del terzo trimestre.

Hanno chiuso il quarto trimestre con il segno più tutte le maggiori macrocategorie dei fondi aperti: i risparmiatori hanno preferito in particolare i prodotti azionari (+7 mld), i bilanciati (+5 mld) e gli obbligazionari (+2 mld). Segnali positivi dai Piani Individuali di Risparmio: i fondi Pir ordinari hanno registrato nell’ultimo trimestre 2021 sottoscrizioni nette per 380 milioni e chiudono il 2021 con un patrimonio di 21,2 miliardi. Al 31 dicembre Assogestioni censisce 16 prodotti Pir alternativi per una dotazione patrimoniale di 1,7 miliardi.