Banche: ricavi e dividendi nella tenaglia di guerra e prezzi

45

MILANO – La guerra in Ucrania e l’aumento dell’inflazione potrebbero incidere negativamente sulla ripresa economica in Europa, provocando una contrazione dei guadagni delle banche. Con l’attuale contesto geopolitico ed economico aumenta il rischio “sul credito con una potenziale possibile riduzione dei coefficienti di capitale”, spiegano gli analisti di Bloomberg Intelligence.

Di conseguenza, i “regolatori – aggiungono – potrebbero sollecitare le banche a moderare i loro payout per gli azionisti con gli utili messi a riserve”. Nei giorni scorsi proprio la Banca Centrale Russa, dopo la raffica di sanzioni che stanno mettendo a dura prova l’economia, ha raccomandato agli istituti sotto la sua vigilanza “di considerare il rinvio del pagamento di dividendi e bonus ai manager”. Una decisione, secondo gli osservatori, che potrebbe essere valutata anche in Europa.