Berlusconi: “Draghi è un comune denominatore per forze diverse”

56

ROMA – “Il presidente Draghi ha pronunciato un discorso dettagliato e di alto profilo, che guarda al futuro, che delinea un’Italia capace di rialzarsi e di ripartire. È quanto gli avevamo chiesto nell’indicare per primi la necessità di una formula di governo che riunisse l’Italia per una grande risposta di fronte all’emergenza. Quello delineato oggi non è il programma di una maggioranza politica, è un ‘comune denominatore’ nel quale si possono ritrovare forze politiche diverse e alternative fra loro”.

Così il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi in una nota commentando l’intervento del premier, Mario Draghi, al Senato. “La conferma della vocazione europea e atlantica come orizzonte del nostro Paese, l’impegno a una riforma del fisco che comprende la riduzione del carico fiscale e a una riforma burocratica che favorisca l’attività di impresa, gli investimenti in infrastrutture materiali e immateriali – ha aggiunto Berlusconi – sono tutti argomenti che rafforzano le ragioni del nostro sostegno al governo”.