Berlusconi: “La Lega di Salvini non è autosufficiente”

Silvio Berlusconi

ROMA – Il tonfo dei Cinque Stelle in Sardegna, dopo quello in Abruzzo, dimostra che gli italiani stanno rinsavendo, stanno riaprendo gli occhi. E che il futuro è del centrodestra unito. Così Silvio Berlusconi nei suoi colloqui dopo il voto di domenica 24 febbraio, convinto che il voto di domenica abbia ridimensionato la Lega di Salvini, che non sarebbe autosufficiente. Il tema, a suo giudizio, non è tanto pensare alla crisi, quanto lavorare sulla Basilicata, dove il candidato del centrodestra alle regionali di fine marzo è di Forza Italia.

Circa i rapporti di Forza Italia con la Lega, secondo l’ex premier, il peggio è passato. Se in Sardegna si arriverà a un 12% a 8%, vuol dire che c’è un sostanziale riequilibrio nella coalizione. Se la Lega, invece, fosse andata sopra il 20% e Forza Italia al 5 o 6% – ragionano fonti azzurre – sicuramente Salvini avrebbe chiesto per sè il candidato Presidente in Piemonte.