Berlusconi torna a casa, Tajani: “È grato e commosso dalle tante manifestazioni di affetto”

44

MILANO – Silvio Berlusconi è rientrato ieri nella sua residenza di Arcore. Si conclude così il ricovero all’ospedale San Raffaele, prescritto dai sanitari per accertamenti e cure in relazione ai postumi della malattia da Coronavirus dalla quale l’ex premier era stato affetto nei mesi scorsi. Berlusconi continuerà a domicilio un adeguato periodo di riposo, di riabilitazione e cure come prescritto dai sanitari. Ne dà notizia il vice presidente di Forza Italia, Antonio Tajani (foto), parlando di “infondatezza delle notizie allarmistiche circolate nei giorni scorsi, delle quali il presidente stesso ha sorriso con i suoi stretti collaboratori”.

Forza Italia “saluta con entusiasmo questi positivi sviluppi, che avvicinano il momento nel quale il proprio leader potrà finalmente tornare a svolgere l’attività pubblica che in questi mesi gli è stata preclusa su stretta indicazione medica. Il presidente Berlusconi naturalmente non ha mai smesso di seguire puntualmente le vicende politiche, per quanto compatibile con il riposo assoluto prescrittogli dai curanti, è rimasto in contatto continuo con i vertici del Movimento, ed è ansioso di tornare alla piena attività”.

Tuttavia, precisa Tajani, Silvio Berlusconi “si atterrà naturalmente ai tempi e alle regole di prudenza indicate dai sanitari. Il Presidente è grato e commosso dalle tante manifestazioni di affetto, di amicizia e di solidarietà ricevute dai militanti di Forza Italia, dai vertici delle istituzioni, da alleati e avversari politici”.