Berlusconi: “Ucraina Paese aggredito, aiutarlo a difendersi”

16

NAPOLI – “L’Ucraina è il paese aggredito e noi dobbiamo aiutarlo a difendersi. Forza Italia è – e rimarrà sempre – dalla parte dell’Europa, dalla parte dell’Alleanza Atlantica, dalla parte dell’Occidente, dalla parte degli Stati Uniti”. E’ quanto ha detto l’ex premier Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia, chiudendo la convention del partito a Napoli.

Poi, sull’esecutivo nazionale, ha aggiunto: “Forza Italia sostiene il Governo con convinzione. Con Forza Italia e il centrodestra al governo avremo meno tasse, meno vincoli burocratici, controllo dell’immigrazione, meno disoccupazione e meno povertà, una giustizia finalmente giusta e più libertà. Con la sinistra avremo imposta patrimoniale sulla casa, di successione del 45% come è capitato in Francia”.

E infine: “Dobbiamo offrire un lavoro ai nostri giovani, facendo ripartire l’economia con uno shock fiscale, quello della flat tax, e garantendo fiscalità di vantaggio a chi li assume – ha spiegato Berlusconi – Dobbiamo dare ai nostri giovani l’opportunità di avere un lavoro, una casa, una famiglia: la crisi della natalità è uno dei peggiori segnali del nostro Paese”.