Bonetti: “Crescita e sviluppo sono tra i grandi assenti della manovra”

18

ROMA – “Crescita e sviluppo sono tra i grandi assenti della manovra. E per noi crescita e sviluppo significano sfida demografica, lavoro femminile e giovanile, un fisco a favore delle famiglie con rimborsi alle spese sostenute per i figli, così come misure per aiutare le imprese a contenere le spese energetiche e industria 4.0”. Così l’ex ministra Elena Bonetti, che insieme a Matteo Richetti, Mara Carfagna e Mariastella Gelmini ha illustrato la proposta del gruppo Azione – PER Renew proprio riportando l’attenzione su questi temi.

“Questo Governo aveva promesso di mettere al centro le famiglie e la sfida demografica ma si sta rivelando capace solo di misure piccole e a termine tornando, di fatto, alla vecchia logica della politica anno per anno. Una logica che però non aiuta la crescita del sistema Paese. Avevamo finalmente svoltato con il Family Act che introduceva una visione sistemica e strutturale. Ma non si vede nulla dei decreti attuativi di questa e di troppe leggi che il governo Meloni non rende esecutive, come la legge delega per gli anziani non autosufficienti o per la disabilità. La verità è che così i cittadini sono lasciati soli e le famiglie e il Paese senza prospettiva di crescita”, conclude Bonetti.