“Bonus prima casa”, il commento di Giulia Grillo

36

ROMA – “La misura “Bonus prima casa”, contenuta nel Dl Sostegni bis, prevede che anche i giovani che non hanno ancora compiuto 36 anni, che procedono all’acquisto della prima casa e hanno un Isee che non va oltre i 40mila euro annui, anche senza un contratto di lavoro a tempo indeterminato, possano accedere al Fondo di garanzia sui mutui per la prima casa, ottenendo di fatto un prestito dalla banca per un importo pari al 80% del prezzo della casa garantito dallo Stato”.

Così l’ex ministra Giulia Grillo (foto), parlamentare del M5S, che aggiunge: “Lo Stato, inoltre, azzera le imposte sulla compravendita, sia quando questa avviene da un privato che da una ditta di costruzioni. Il decreto legge 73/2021, pubblicato in Gazzetta ufficiale martedì 25 maggio, ha stabilito che le domande per ottenere il bonus prima casa per i giovani under 36 possano essere inoltrate dal 24 giugno fino al 30 giugno 2022”.