Borsellino, Gelmini: “Un gesto feroce contro donne e uomini dello Stato”

20

ROMA – “Trent’anni dalla strage di via d’Amelio. La mafia uccise Paolo Borsellino, Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. Un gesto feroce contro donne e uomini dello Stato. La loro è una storia d’impegno, sacrificio e dedizione per difendere i valori di legalità, giustizia e libertà in cui hanno creduto. Sono i nostri valori, sono i nostri eroi”.

E’ quanto afferma la ministra dell’autonomia e degli affari regionali, Mariastella Gelmini (foto), nel trentennale della morte di Paolo Borsellino.