Brunetta firma l’atto di indirizzo per il contratto del comparto funzioni centrali

43

ROMA – “Ho firmato l’atto di indirizzo per il contratto del comparto funzioni centrali. Mi auguro che lo sblocco delle trattative consenta la conclusione dei contratti collettivi, almeno quelli riferiti ai comparti (funzioni centrali, sanità, istruzione e funzioni locali), con i relativi aumenti in busta paga entro la fine dell’anno, per chiudere poi i contratti della dirigenza nei primi mesi del 2022”. Così il ministro della pubblica amministrazione Renato Brunetta (foto).

“Nei prossimi giorni – aggiunge – l’Aran potrà quindi convocare le organizzazioni sindacali per l’avvio delle trattative. Se non ci saranno intoppi, il contratto si potrà chiudere entro la primavera, per consentire l’arrivo in busta paga degli aumenti entro la fine del 2021. In rampa di lancio anche il contratto della sanità, il cui atto di indirizzo è in fase di definizione da parte delle Regioni. Anche in questo caso, l’impulso potrebbe consentire una rapida conclusione dell’accordo relativo al personale della sanità così duramente impegnato nell’emergenza Covid”.