Brunetta: “L’appello del Papa perché cessi “il frastuono delle armi” in Terrasanta non può che trovare il sostegno di tutti”

19

ROMA – “L’accorato appello del Papa perché cessi “il frastuono delle armi” in Terrasanta non può che trovare il sostegno di tutti gli esseri umani di buona volontà. Sappiamo bene che a essere ogni giorno minacciato è lo stesso diritto a esistere di Israele, da qui la reazione del governo ebraico ad aggressioni terroristiche di Hamas con razzi che colpiscono, così come le risposte di Gerusalemme, persone inermi e specialmente bambini”. Così il ministro della pubblica amministrazione, Renato Brunetta.

“Occorre al più presto intraprendere, da parte in particolare dell’Unione Europea, una forte iniziativa diplomatica tesa a un’immediata fine delle ostilità e a riprendere la strada “del dialogo e del perdono” che in termini laici significa pieno accordo di pace e convivenza. In questo senso il ministro degli Esteri Di Maio si è espresso e non può che trovare il consenso non strumentale di tutte le forze politiche di maggioranza e opposizione”, conclude Brunetta.