Calenda: “Non esiste pace senza libertà dall’invasore”

22

ROMA – “Sono 430 i bambini rimasti uccisi e 823 quelli feriti dall’inizio dell’invasione russa in Ucraina: lo ha riferito la Procura generale di Kiev sottolineando che i numeri non sono completi. La maggior parte dei minori è stata colpita nelle regioni di Donetsk, Kharkiv, Kiev, Mykolaiv, Zaporizhzhia. È anche per loro che vi aspetto a Milano il 5 novembre alle 16 presso l’Arco della Pace. Per testimoniare che non esiste pace senza libertà dall’invasore”.

E’ quanto scrive sulla sua pagina Facebook il leader di Azione, Carlo Calenda (foto), annunciando al contempo la manifestazione per la pace del prossimo 5 novembre.